Quantcast
Dai wc rubati alle molestie sessuali in carcere: chiesto il processo per l'ex direttore Porcino - BergamoNews
L'inchiesta

Dai wc rubati alle molestie sessuali in carcere: chiesto il processo per l’ex direttore Porcino

Il pubblico ministero Emanuele Marchisio ha chiesto il rinvio a giudizio anche per altri 15 indagati

Bergamo. Il pubblico ministero Emanuele Marchisio ha chiesto il rinvio a giudizio per l’ex direttore del carcere di Bergamo, Antonino Porcino, e per altri 15 indagati, compreso l’ex capo della polizia penitenziaria Antonio Ricciardelli, 60 anni, di Nembro, andato nel frattempo in pensione; l’ex direttore sanitario Francesco Bertè, 62 anni, di Ponteranica, ora medico di famiglia a Sorisole; la responsabile dell’infermeria Adriana Cattaneo, 56 anni, di Bergamo, licenziata dall’Asst Papa Giovanni XXIII in seguito alla vicenda.

In particolare a Porcino, 68 anni, sono contestati il falso e la truffa per una sindrome depressiva che non sarebbe mai esistita (tra febbraio e marzo 2018), ma anche la presunta turbativa d’asta in concorso con i titolari di una ditta di Urgnano, per l’appalto sulla fornitura di distributori automatici al carcere di Monza.

L’ex direttore del Don Resmini avrebbe dato una mano ad aggiudicarsela, ricevendo in cambio, per quella e per altre gare vinte anche nello stesso carcere di Bergamo, mazzette da 2.500 e 3.000 euro.

Poi ci sarebbero le bombole del gas, due water da usare per la casa ristrutturata a Lallio, alcune risme di carta e confezioni di farmaci del carcere, per le quali è accusato di peculato. E il finto danneggiamento all’auto, secondo l’accusa per intascarsi 950 euro dall’assicurazione.

Infine le denunce per molestie sessuali da parte di sei donne, tra quelli quelle a una detenuta e a una psicologa del Sert che sarebbero sfociate in ricatti.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI