Le pagelle di young boys-atalanta

Muriel è un cecchino, Toloi e Ruslan dietro la lavagna

Musso 6,5 : Serata che viene a proposito per convincere gli scettici. Non si lascia condizionare da critiche e tifo svizzero, sicuro salva il risultato nei minuti finali.

Toloi 5 : Fuori tempo di testa sul primo pareggio svizzero. Leggerezza che costa, si ripete con una mancata chiusura sul secondo gol

Demiral 6,5 : Gladiatore in una serata da battaglia, giallo eccessivo al quarto d’ora del secondo tempo che costa il cambio per non correre rischi.

Djimsiti ( 26’2t) 5,5 A disagio nel brutto finale .

Palomino 6,5 : Elia congolese piccolo e rapido lo costringe a grande attenzione difensiva. Fa il Malinovskyi con un sinistro a giro all’inizio del secondo tempo ( 1-2) e primo gol in Champions da incorniciare.

Zappacosta 7 : Motorino con gas sempre tirato, per chi in moto ci andava chiamalo pure “manico”abile a destreggiarsi nel traffico della corsia destra. A Londra non lo hanno confermato perché guidano a sinistra, ben per la Dea e le intuizioni di mercato di Sartori. Brutto pestone a rovinargli la caviglia nonché molto arancione da parte di Ngamaleu lo costringe a uscire alla fine del primo tempo.

Pezzella ( 1’ 2t) 6 : Rispolverato dopo soli 10’ minuti complessivi in Champions, non rinuncia ad attaccare, sfiora il gol alla mezz’ora della ripresa. Ingresso positivo.

De Roon 5,5 : Dalla sua non manca mai forza e costanza fino al finale da brivido con troppi errori

Freuler 6 : Lavoro molto, accompagnato dalla solita qualità. Le antitesi dantesche si rivedono a Berna, lui svizzero sul piedistallo della qualificazione ai mondiali a cercarne un’altra a casa sua. Uomini contro, al bando neutralità e cose simili, quindici giorni fa esultavano insieme, pronti via il suo assist per Zapata è preciso come uno Jaeger-Le Coultre

Pessina (31’2t) Sv

Maehle 5,5: Andavo a 100 all’ora per sbagliare l’ultimo tocco, non si risparmia per aiutare Palomino su Elia. Inizia l’azione del vantaggio di Zapata via Freuler, poi finisce a destra quando esce Zap pacosta.

Muriel (43’) 7 : Incredibile, punizione da fuoriclasse che salva almeno il pareggio.

Pasalic 5,5 : Non trova la posizione che servirebbe, quando ci azzecca più di un rigorino su di lui che la terna arbitrale tedesca ( Var compresa) non vuole vedere. Tenta un sinistro a giro che non prende il movimento sognato, ma alla fine si vede poco.

Koopmeiners ( 26’ 2t) 5,5 : Il suo ingresso non porta la tranquillità e il tenere palla che serviva.

Malinovskyi 5 : Discontinuità in avvio , rimane un solo sinistro al 18’ a prendere e battere l’angolo che Palomino di testa non trova la porta. Richiamato più volte da Gasp ci riprova senza fortuna all’avvio di ripresa.

Zapata 6 : Porto sicuro per i compagni, dagli palla e ci pensa lui fin dal 10’ con coordinazione e destro per il vantaggio iniziale. Poi un paio di occasioni che non chiude come potrebbe.

Gasperini 5,5: Nulla si crea, nulla si distrugge , tutto si trasforma, anche pareggiare a fatica una gara che era da chiudere quando l’avversario mostrava tutti i limiti conosciuti. Non sia una scusante il campo sintetico, rimane un grosso dubbio sul rigore non concesso per l’intervento su Pasalic, fermo restando lo sconcertante finale della squadra, che in Champions si paga sempre.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI