Aveva 55 anni

Gromo in lutto per Mauro Tonoli, il sindaco: “Con il suo ristorante era un simbolo del paese”

Mauro era molto conosciuto in Val Seriana per il suo ristorante Posta al Castello. Il ricordo di Sara Riva

Gromo. Un fulmine a ciel sereno. La morte di Mauro Tonoli, titolare insieme al fratello Chicco e alla mamma Alba del ristorante Posta al Castello di Gromo, è stato un duro colpo per tutti gli abitanti del paese.

Mauro, 55 anni, molto conosciuto in Val Seriana per la sua attività di ristoratore, è deceduto in seguito a un malore. Erano da poco passate le 15 di domenica, quando l’uomo ha improvvisamente perso i sensi. Sul posto un’ambulanza e un’automedica, ma i sanitari si sono subito accorti che le sue condizioni erano troppo gravi. Così è intervenuto l’elisoccorso che lo ha trasportato d’urgenza all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo. Ha superato la notte, ma lunedì mattina il suo cuore ha smesso di battere.

Tonoli non era sposato, viveva a Gromo e da sempre gestiva con la sua famiglia il ristorante che si affaccia sulla piazza principale del paese. Un’attività storica, nel 2019 insignita di una targa per i 40 anni dall’apertura.

Il sindaco di Gromo, Sara Riva, ricorda con affetto il suo concittadino: “Con Mauro se ne va una delle personalità che fanno della nostra comunità quella che tutti apprezziamo e viviamo nelle sue varie sfumature: di lui, in particolare, vogliamo ricordare la gentilezza e la capacità di accogliere chiunque con un sorriso, la resistenza agli eventi, la tenacia nell’andare avanti, superando quei momenti difficili che tutti incontriamo ma che solo i più sensibili sanno oltrepassare.

Mauro conosceva queste sfumature e sapeva reinventarle con un sorriso e con una battuta, veloce, acuta, intelligente.  Vogliamo ricordarlo anche per l’impegno profuso nell’ambito della sua attività, consapevoli del fatto che i luoghi assumono significato laddove le persone li contraddistinguono, li animano, li rappresentano e li rendono sostanza.

A nome dell’amministrazione comunale e di tutta la cittadinanza salutiamo Mauro, che sempre porteremo nel cuore, e ci stringiamo ai suoi cari ai quali esprimiamo sentite condoglianze”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI