Quantcast
“Ghostbusters Legacy”: l'eredità di Venkman e compagni - BergamoNews

Cinema

La recensione

“Ghostbusters Legacy”: l’eredità di Venkman e compagni

Diretto da Jason Reitman e prodotto dal padre Ivan, ecco il nuovo capitolo della storica saga dei Ghostbusters

Titolo originale: Ghostbusters Legacy
Regia: Jason Reitman
Durata: 124’
Genere: Action, commedia
Interpreti: Mckenna Grace, Finn Wolfhard, Bill Murray, Paul Rudd, Dan Aykroyd, Carrie Coon
Programmazione: Cinema
Valutazione IMDB: 7.6/10

Callie (Carrie Coon) è una madre single e squattrinata che, dopo lo sfratto, decide di trasferirsi nel Midwest americano con i figli Trevor (Finn Wolfhard), 15 anni, e Phoebe , 12.

Lo stabile si trova a Summerville in Oklahoma e la donna l’ha ricevuto in eredità dal padre da poco scomparso, uomo del tutto misterioso con cui non aveva alcun rapporto da molto tempo. Le giornate scorrono all’insegna della monotonia e della noia, soprattutto per Phoebe che, benché molto intelligente, portata per le materie scientifiche e giovane, preferisce trascorrere il tempo frugando tra i particolari oggetti del nonno.

Qualcosa di unico però c’è anche nella polverosa cittadina del centro-sud degli Stati Uniti, vale a dire delle forti scosse telluriche provenienti dalla vecchia miniera della città. I ragazzini, pur essendo all’oscuro di cosa stia causando quegli eventi, capiscono che nel sottosuolo si cela ben più di uno scavo abbandonato, e forse il compianto nonno ne sapeva più di quanto si pensasse.

Chi chiamerai quando nel vicinato sentirai qualcosa di strano? La risposta a tale quesito da quasi quarant’anni è arcinota, ma se ci fossero ancora dubbi ecco che Jason Reitman, figlio dello storico regista dei primi due capitoli, riporta sul grande schermo la saga degli acchiappafantasmi più amati d’America, dandogli un titolo che lascia poco spazio all’immaginazione: “Ghostbusters Legacy”, traducibile come l’eredità dei Ghostbusters.

Fungendo da efficace passaggio di testimone tra generazioni e contemporaneamente da ponte temporale tra il 1989 e il 2021, “Legacy” è una pellicola scanzonata e graffiante che, nei momenti più adatti, mette efficacemente in mostra anche la sua forte eredità horror. Portando sul grande schermo la storia di veri e propri antieroi degni delle migliori commedie umane Realiste, Reitman crea un mix variegato e bilanciato che trova sempre una buona via di mezzo tra quel citazionismo da lacrimuccia che ognuno di noi ama e un’identità propria che un giorno ci permetterà di parlare senza remore di una nuova squadra di acchiappafantasmi.

Scordatevi però i grattacieli newyorkesi di 15 piani che esplodono o le statue secolari che prendono vita camminando con i proprio piedi, perché quello che troverete ora sarà solo la polvere, le balle di fieno e i cumuli di sabbia di Summerville, dal momento che l’attenzione è spostata su altro. Se infatti la Grande Mela, oltre a fungere da iconica ambientazione, era in un certo senso parte integrante dell’identità e della squadra di Venkman e compagni, in “Legacy” si è preferita un’ambientazione maggiormente spoglia in favore di una descrizione più puntuale dei rapporti interpersonali all’interno del nucleo di Callie, Trevor e Phoebe, tanto validi se presi a sé quanto complementari e grintosi.

Piacevoli scoperte saranno poi quelle di Carrie Coon, del già celebre Finn Wolfhard, che interpreta Michael in “Stranger Things”, e soprattutto di Mckenna Grace, giovane talento in ascesa nel mondo di Hollywood che già si muove con naturalezza e mestiere davanti alla macchina da presa, a riprova del fatto che un’intera generazione di giovani talenti è intenzionata a prendere il posto di quella presente già vista e rivista. Raccontando una commedia rispettosa del passato, della tradizione e dei fan di vecchia data, “Ghostbusters Legacy” rientra per un soffio tra i film più validi di quest’anno, premendo già l’Academy per un Oscar ai migliori effetti speciali, nei quali già da tempo Sony primeggia.

Battuta migliore: “Provate un senso di terrore in cantina o in soffitta?”

 

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI