Bassa

Ghisalba, vandalizzato il monumento dei caduti sul lavoro: “Atto vigliacco e incomprensibile”

Il sindaco: "Amarezza, sconforto e disgusto, visto che tutti i giorni siamo costretti a contare e piangere più di un morto durante lo svolgimento del proprio dovere"

Ghisalba. Il sindaco, Gianluigi Conti, lo definisce un atto “vigliacco e incomprensibile”. Ignoti nella notte tra sabato 13 e domenica 14 novembre hanno vandalizzato il monumento in ricordo delle vittime degli infortuni sul lavoro, compreso l’omaggio floreale che i cittadini di Ghisalba avevano deposto pochi giorni fa.

“A nome mio e dell’amministrazione comunale – commenta il primo cittadino – esprimo tutta la mia amarezza, il mio sconforto e il mio disgusto”, visto che “tutti i giorni siamo costretti a contare e piangere più di un morto durante lo svolgimento del proprio dovere. I teppisti che hanno compiuto questo gesto ignobile – conclude – sono soltanto espressione della loro ignoranza, mancanza di civiltà e pessima educazione”.

 

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI