Quantcast
Benigni e Carnevali: “Al via la rete per lo screening polmonare, tra gli ospedali il Papa Giovanni” - BergamoNews
L’annuncio dei due deputati

Benigni e Carnevali: “Al via la rete per lo screening polmonare, tra gli ospedali il Papa Giovanni”

“Migliaia di italiani avranno la possibilità di accedere gratuitamente al un programma di prevenzione che potrà salvare molte vite. Avere l’Ospedale di Bergamo Papa Giovanni XXIII tra i centri prescelti è per noi motivo di orgoglio”

Con l’annuncio via social del ministro Roberto Speranza ha preso il via martedì la Rete italiana screening polmonare per la prevenzione e il monitoraggio del tumore al polmone.

Si concretizza dunque l’iniziativa portata avanti con un emendamento al Dl Sostegni – bis dai parlamentari bergamaschi Stefano Benigni ed Elena Carnevali che prevede lo stanziamento di 2 milioni di euro per il 2021 – 2022 e che – in un primo momento – coinvolgerà oltre 7.000 cittadini in Italia, ad alto rischio di sviluppare un tumore al polmone, che potranno accedere gratuitamente ad un programma sperimentale di screening polmonare.

Tra i 18 centri di eccellenza selezionati dal Ministero per l’avvio di questa importante attività, compare anche l’ASST Papa Giovanni XXIII di Bergamo che entra così a far parte dei Centri della Rete Italiana Screening Polmonare (Risp), che potranno accedere al finanziamento per consentire la diagnosi precoce del tumore al polmone con tomografia computerizzata del torace a basso dosaggio di radiazioni (Ldct).

Stefano Benigni

 

“Riempie di soddisfazione vedere l’Azienda di Bergamo tra i Centri della Rete che potranno garantire questa opportunità, al target indicato dal decreto della popolazione ad alto rischio di mortalità per tumore al polmone. Un intenso lavoro di squadra che ha consentito l’approvazione dell’emendamento al decreto Sostegni bis e che ha permesso di stanziare un milione per ciascuno degli anni 2021-2022 e soprattutto l’ampliamento della rete, tra cui l’inserimento dell’ospedale di Bergamo tra i 18 centri in tutta Italia. Dobbiamo vincere la battaglia contro i cd ‘Big Killer’ tra cui il cancro ai polmoni che è la prima causa di morte oncologica negli uomini e terza per le donne in Italia. Oggi è possibile avanzare nella lotta contro il cancro attraverso la prevenzione, la diagnosi precoce, i trattamenti e le cure innovative, insieme al fondamentale contrasto contro il fumo” sottolinea la deputata Elenca Carnevali.

È scientificamente dimostrato infatti che la prevenzione, insieme a corretti stili di vita, può essere un elemento fondamentale nella lotta a numerose patologie, tra cui il tumore ai polmoni.

elena carnevali

 

“Questa è una vittoria per tutti i cittadini e per Bergamo. Fin da subito ho voluto supportare questa importante iniziativa presentando un emendamento affinché la Rete di screening polmonare potesse prendere il via: adesso dunque migliaia di italiani avranno la possibilità di accedere gratuitamente ad un programma di prevenzione che potrà salvare la vita a moltissime persone. Avere l’Ospedale Papa Giovanni XXIII – una eccellenza a livello nazionale ed internazionale – tra i centri prescelti è per noi motivo di orgoglio e uno stimolo ad impegnarci affinché in legge di bilancio vengano previsti ulteriori fondi così da ampliare la platea dei soggetti che potranno accedere a questo protocollo di prevenzione. Dobbiamo sconfiggere questo male attraverso la prevenzione, l’accesso alle migliori terapie e una forte collaborazione di tutti i professionisti della salute, a partire dall’identificazione e dall’arruolamento dei soggetti a rischio da parte dei medici di famiglia, fino all’ottimale percorso di accesso alle cure per il paziente e al trattamento da parte degli specialisti” spiega il deputato Stefano Benigni.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI