Quantcast
Col Tennis Loreto al Cus si riparla di Bergamo Infrastrutture: "Contenitore senza contenuto" - BergamoNews
Bergamo

Col Tennis Loreto al Cus si riparla di Bergamo Infrastrutture: “Contenitore senza contenuto”

Discussione in Consiglio comunale dopo che la gestione del centro sportivo passa all'Università

Bergamo. Si torna a parlare della Bergamo Infrastrutture in Consiglio comunale. La società partecipata è stata definita “un contenitore senza contenuto, che a questo punto merita una riflessione”.

All’ordine del giorno della seduta di lunedì sera la discussione in merito alla convenzione firmata dal Comune di Bergamo, dall’Università e dal Centro Universitario Sportivo per la riqualificazione dei campi da tennis di Loreto: un progetto da 940mila euro che affida all’ateneo la sistemazione e la gestione dei campi, che saranno poi utilizzati sia dagli studenti che dall’utenza esterna.

“L’investimento prevede il rifacimento e la copertura di quattro dei sei campi presenti, quelli al confine con il parco Cittadini, oltre alla riqualificazione degli spogliatoi, della reception e dell’area ristoro – spiega l’assessore allo Sport Loredana Poli -. Ciò su cui l’Amministrazione ha puntato, esplicitandolo anche all’interno della convenzione, è la finalità dell’intervento che mira alla promozione della pratica sportiva per diverse fasce della cittadinanza. In seguito agli stop dovuti alla pandemia, si registra un grande abbandono dell’attività sportiva di ragazzi, e soprattutto ragazze, appartenenti alla fascia 12-14 anni. Puntiamo quindi a rilanciare l’offerta per tornare a coinvolgerli, senza dimenticare che gli impianti potranno essere utilizzati, anche in sovrapposizione con gli universitari, dagli studenti delle scuole superiori durante le ore di motoria , dalle associazioni sportive della città e dall’utenza libera”.

Il Cus gestirà la struttura per 25 anni e si occuperà delle manutenzioni ordinarie. La convenzione è stata approvata, ma non senza discussione.

In particolare il consigliere di Bergamo Ideale Danilo Minuti ha suggerito di ripensare le finalità, se non l’esistenza, della Bergamo Infrastrutture, nata per gestire gli impianti sportivi comunali: “Lo stadio, le piscine, ora il Tennis Loreto, tra poco il palazzetto dello Sport. La Bergamo Infrastrutture viene progressivamente svuotata. Le rimane il centro sportivo di via delle Valli, il Rosolino Pilo, il campo Utili e il Lazzeretto, tutte strutture che hanno anche altre funzioni oltre a quella sportiva e sono poco frequentate. Ha senso quindi che i cittadini continuino a pagare una società che vede fortemente ridimensionata la sua competenza? Ha senso dare in gestione gli impianti di Loreto al Cus, visto che abbiamo la Bergamo Infrastrutture?”.

Una società, quest’ultima, che tra l’altro è fortemente indebitata, come fa notare il consigliere leghista Stefano Rovetta e che attraverso questa operazione non potrebbe beneficiare delle entrate finanziarie derivanti dalla gestione del centro sportivo di Loreto. Concorda Gianfranco Ceci di Forza Italia: “Il mio voto sarà a favore della convenzione, ma la mia è una scelta di cuore – spiega -. Gli impianti sono in stato di forte degrado e abbandono e la gestione per 25 anni affidata al Cus, seppur con 940mila euro di investimento, significa un investimento di 100 euro al giorno”.

La delibera è stata approvata, così come la proposta di Andrea Tremaglia di Fratelli d’Italia di garantire la fruibilità parziale del centro durante i due anni di lavori per la riqualificazione; quella della consigliera leghista Luisa Pecce di prevedere un’accorta gestione delle prenotazioni per consentire l’utilizzo dei campi al maggior numero di persone possibile e quella del Pd e Lista Gori di verificare annualmente l’adeguamento tariffario e le modalità di fruizione dei campi.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI