Quantcast
Prof accoltellato e bruciato a morte, assolti i due operai della fattoria didattica - BergamoNews
La sentenza

Prof accoltellato e bruciato a morte, assolti i due operai della fattoria didattica

Resta un giallo l'omicidio del professor Cosimo Errico avvenuto il 3 ottobre 2018 alla Cascina dei Fiori di Entratico

Bergamo. Resta un giallo l’omicidio del professor Cosimo Errico avvenuto il 3 ottobre 2018 alla Cascina dei Fiori di Entratico. Nella sentenza di lunedì la Corte d’Assise presieduta dal giudice Giovanni Petillo ha assolto per non aver commesso il fatto Pal Surinder Pal, l’operaio indiano della fattoria, dall’accusa di aver ferito a morte con 23 coltellate e dato alle fiamme il suo datore di lavoro. Stesso verdetto perché il fatto non sussiste per l’altro dipendente indiano, Mandip Singh, suo coinquilino, che era a processo per averlo aiutato e coperto.

La doppia assoluzione è arrivata dopo circa tre ore di camera di consiglio. Alla Corte non sono bastati gli indizi raccolti nel corso dell’inchiesta dal pubblico ministero Carmen Santoro, che per Pal aveva chiesto 24 anni di carcere (già detenuto con misura cautelare dal 4 aprile 2020 e che ora sarà libero), e 4 per Singh (che si trovava ai domiciliari).

A partire da quell’impronta di scarpe Carrera trovata sul luogo del delitto e che sarebbe riconducibile a un paio di Carrera in uso al primo imputato.

Poi le immagini delle telecamere della zona che avrebbero ripreso l’uomo quella sera tornare a casa in bici dopo aver ucciso Errico, perché l’aveva sorpreso a rubare del denaro da una cassetta.

Così come le testimonianze, in particolare del coinquilino, sempre indiano, dei due imputati, che aveva detto di averli visti quella sera a casa prima borbottare e poi con un atteggiamento nervoso e diverso dal solito.

Hanno invece prevalso i dubbi avanzati nel corso del procedimento dai difensori, Michele Agazzi e Davide Mancusi, avvocati di Pal, e Antonio Abbattiello, legalo di Singh. In particolare sull’arma, mai ritrovata, sulla mancanza di tracce di sangue sulla bici che il presunto omicida utilizzava per raggiungere la fattoria e sul movente ritenuto inverosimile della rapina finita in tragedia.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI