Quantcast
"Invisibili", spettacolo che racconta il dramma della povertà e il sogno di una nuova vita - BergamoNews
Bergamo

“Invisibili”, spettacolo che racconta il dramma della povertà e il sogno di una nuova vita

L'esibizione andrà in scena venerdì 22 ottobre all'auditorium della Casa del giovane

Bergamo. Venerdì 22 ottobre alle 20.30 all’Auditorium della Casa del giovane di Bergamo andrà in scena lo spettacolo “Invisibili“. L’attore senegalese Mohamed Ba ripercorre il cammino di due cittadini africani che s’incontrano su una spiaggia, e cercano a tutti i costi di sopravvivere agli incubi della povertà sognando una vita migliore dall’altra parte della barriera.

Che ne sarebbe della nostra vita se, per misterioso caso, non fossimo nati qui ma nel “Terzo Mondo”? Questa è la domanda che pone Mohamed Ba nel suo spettacolo.
Ciò che per noi è scontato (studiare, mangiare, avere casa e cure, lavorare e persino invecchiare!) là non lo sarebbe affatto.Così, negli occhi di due africani, il bisogno raddoppia il sogno.

In questo spettacolo, Mohamed BA è contemporaneamente il custode della tradizione africana e il rinnovatore che canta le contraddizioni storiche, sociali e politiche, i sogni, le speranze, i dolori delle comunità africane di fronte al dramma e dei viaggi di migrazione e le speranze di chi lascia tutto senza dimenticare nulla.

Nato in Senegal, piccolo grande paese dell’Africa Occidentale,vive e lavora in Italia da oramai sedici anni, perfettamente inserito nella società.

“Mi sento portatore di valori, di culture e tradizioni che non necessariamente somigliano ai valori e le tradizioni italiani e cerco di costruire un ponte che colleghi il meglio di quello che determina il mio essere africano prima, senegalese poi, con il meglio che il territorio che mi ospita mi offre.”

Così definisce il suo lavoro Mohamed Ba, autore e attore dello spettacolo “Invisibili”. Con questo spettacolo, e attraverso il suo lavoro di formatore, educatore, attore e drammaturgo teatrale, Mohamed Ba vuole dare il suo contributo per la ricostruzione di un mondo e una società che mette al centro l’uomo.

Lo spettacolo interculturale, proposto dall’Accademia dello stupore insieme al Patronato San Vincenzo e con il contributo della Fondazione della Comunità Bergamasca, è a ingresso gratuito, fino a esaurimento posti.
Si consiglia la prenotazione all’e-mail comunicazione@patronatosanvincenzo.it

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI