• Abbonati
Il caso

Covid, ricorso al Tar di altri 150 sanitari (anche bergamaschi) contro l’obbligo vaccinale

Le Ats di Brescia, Bergamo, Valpadana e Montagna si sono costituite in giudizio

Altro ricorso di diversi operatori sanitari no vax al Tar di Brescia. A chiedere l’annullamento degli adempimenti connessi all’obbligo vaccinale sono circa 150 ricorrenti, residenti in diverse Ats lombarde: Brescia, appunto, ma anche Bergamo, Valpadana e Montagna.

Si tratta del terzo ricorso collettivo depositato da parte di chi è obbligato – perché lavora in strutture sanitarie, sociosanitarie e socioassistenziali, pubbliche e private, farmacie, parafarmacie o studi professionali – a vaccinarsi contro il Covid-19.

Le Ats in questione si sono costituite in giudizio e hanno conferito l’incarico difensivo all’avvocato Stefania Vasta.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI