Quantcast
Gasperini carico per la nuova sfida: "L'Empoli è sempre un campo ostico" - BergamoNews
Il mister

Gasperini carico per la nuova sfida: “L’Empoli è sempre un campo ostico”

Il tecnico dell'Atalanta alla vigilia del match con il club toscano: "Per noi grande dispendio di energie sotto il profilo atletico con tre partite in una settimana, ma siamo vicini al top"

“Ripartiamo con un nuovo tour de force, Empoli è sempre un campo difficile, ostico. Abbiamo voglia di ripartire bene. Manchester? Intanto pensiamo a Empoli, chiaro che la Champions è nella testa di tutti, per prestigio e importanza” .

È un Gasperini carico alla vigilia della trasferta in Toscana e mette i puntini sulle i anche a proposito delle scelte, soprattutto quando gli si cita chi gioca meno, ad esempio Koopmeiners. O Lovato. E risponde: “L’Atalanta deve fare risultato, ha anche un settore giovanile che è tra i migliori in Italia e non ci sarebbe nemmeno bisogno di cercare chissà dove. Ma nell’immediato è questo che conta, il risultato è quindi chi va in campo e perché dà un apporto superiore. Si fanno domande anche sulla condizione e io dico che l’Atalanta è molto vicina al top, abbiamo avuto un grande dispendio di energie sotto il profilo atletico e nervoso con tre partite in una settimana, ma questa è l’Atalanta, se poi si pensa che dobbiamo vincere lo scudetto… ”

E alla domanda se le squadre stanno studiando e trovando le contromisure per fermare l’Atalanta, osserva:”Le difficoltà quest’anno ci sono un po’ per tutti, le partite sono più equilibrate. Ma le nostre ultime partite sono state di livello molto alto. E una squadra che fa due gol a Inter e Milan non li fa per caso, poi se non c’è il risultato il giudizio diventa tropo severo. Col Milan abbiamo fatto errori che abbiamo pagato pesantemente”.

È a proposito invece di Koopmeiners e Lovato… “L’olandese non era una priorità quando è arrivato (Gasperini avrebbe voluto un attaccante, è risaputo, ndr) è arrivato a fine mercato e comunque sta giocando come gli altri. C’erano necessità in altri reparti e poi mi chiedete sempre di chi non gioca… Lovato? Si sta inserendo, se giocano altri e perché sono più pronti”.

Intanto si fa i conti con le assenze sicure di Hateboer, Gosens, Pessina, Djimsiti. Gli altri? “I sudamericani sono rientrati stanotte, vediamo Zapata come sta. Toloi? No, lui sta bene, ha recuperato da una settimana. Muriel deve ritrovare la giusta condizione”.

C’è chi in Nazionale fa sempre gol come Maehle e anche Ilicic ne ha segnati tre. “Vorrà dire – ride Gasp – che a Maehle faremo indossare sotto la maglia della Danimarca…speriamo si sblocchi anche con noi. Ilicic? La Nazionale gli ha fatto bene, se riesce a essere più dinamico e veloce diventa indispensabile e noi abbiamo bisogno del miglior Ilicic” .

Sull’Empoli… “Squadra che gioca un calcio molto propositivo, Empoli è un campo molto difficile. E la società soprattutto a livello giovanile è tra le top in Italia. Haas? Un ragazzo molto positivo, ha dei valori, poi non è facile imporsi nell’Atalanta”.

Infine Gasp ringrazia soprattutto Tuchel per i complimenti: “Penso che sia un riconoscimento tra i più prestigiosi che ho ricevuto da un allenatore che ha vinto la Champions e lo ringrazio molto”.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI