Quantcast
Monopattini, primo ok alla proposta di legge: casco e assicurazione obbligatori, guida da 16 anni - BergamoNews
In commissione trasporti

Monopattini, primo ok alla proposta di legge: casco e assicurazione obbligatori, guida da 16 anni

La quinta Commissione del consiglio regionale ha espresso parere favorevole, a maggioranza, alla proposta di legge al Parlamento che prevede la modifica dell'attuale normativa sui monopattini

Milano. La quinta Commissione del Consiglio regionale della Lombardia (Trasporti e Infrastrutture) ha espresso parere favorevole, a maggioranza, alla proposta di legge al Parlamento che prevede la modifica dell’attuale normativa sui monopattini. Lo comunica l’assessore regionale alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale Riccardo De Corato.

Il provvedimento, illustrato dall’assessore, prevede l’obbligo del casco, l’assicurazione per danni a terzi. E rispetto alla prima stesura del testo originario, la possibilità di guida ai sedicenni e non più solo ai maggiorenni come precedentemente indicato.

Terminato il passaggio nelle Commissioni consiliari la proposta sarà inserita all’ordine del giorno del Consiglio regionale e, se approvata, trasmessa al Parlamento.

L’assessore ha illustrato i dati sull’incidentalità dei monopattini elettrici: da giorno 1 giugno 2020 al 13 ottobre 2021 sono state 773 le richieste di soccorso per sinistri con questi mezzi ricevute da AREU solo a Milano.

L’assessore alla Sicurezza, nel corso dell’intervento – ha sottolineato che “l’obiettivo della proposta di legge non è quello di eliminare la micromobilità dalle strade, bensì di regolamentarla per avere una maggiore sicurezza. Ha auspicato che l’appello lanciato da Regione Lombardia possa essere una spinta utilizzata per emanare una legge nazionale. Mobilità sostenibile e dolce non significa mobilità sicura”.

De Corato ha inoltre evidenziato che “le persone con disabilità visiva (ipovedenti e non vedenti), con l’arrivo dei monopattini, hanno visto aumentare le loro difficoltà in termini di libertà di movimento. Questo perché, oltre ad essere silenziosi, rappresentano un intralcio insidioso su cui inciampare, in quanto sono abbandonati ovunque, soprattutto sui marciapiedi in modo disordinato”.

Nel corso della seduta della Commissione si è anche discusso di un eventuale patentino così come chiesto dalla Confarca (confederazione delle scuole guida). Secondo l’assessore alla Sicurezza l’obbligatorietà di questo documento renderebbe più difficoltoso e burocratico l’utilizzo dei monopattini elettrici.

“È necessaria – ha aggiunto De Corato – un’adeguata formazione e educazione stradale. I ragazzi di età inferiore ai 16 anni non hanno neanche una base conoscitiva sulle regole stradali, sui divieti, sulla segnaletica. In questi giorni, tra l’altro, durante le manifestazioni, i monopattini sono utilizzati anche come oggetti per colpire le Forze dell’ordine”.

Infine l’assessore ribadendo la previsione nella proposta di legge dell’obbligatorietà del casco ha concluso sottolineando che “in primis ridurrebbe drasticamente i traumi cranici e, quindi, potrebbe scongiurare rischi di morte. In secondo luogo, perché il mancato utilizzo del casco riduce l’idea di pericolosità”.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI