Quantcast
Caravaggio, Mangoni scioglie la riserva e si schiera con Bolandrini - BergamoNews
Verso il ballottaggio

Caravaggio, Mangoni scioglie la riserva e si schiera con Bolandrini

La comunicazione al suo elettorato (i cui voti saranno decisivi) di schierarsi con il sindaco uscente in vista del testa a testa con il candidato del centrodestra, Giuseppe Prevedini

Caravaggio. “Al ballottaggio del 17-18 ottobre siamo chiamati a sostenere lo schieramento politico che nel programma elettorale e nelle dichiarazioni d’intenti trova maggiori analogie con il nostro progetto di sviluppo e crescita. Le valutazioni ci hanno portato a valutare favorevolmente il programma elettorale del candidato sindaco Claudio Bolandrini“.

Carlo Mangoni scioglie la riserva, comunicando al suo elettorato (i cui voti saranno decisivi) di schierarsi con il sindaco uscente in vista del testa a testa con il candidato del centrodestra, Giuseppe Prevedini. Al voto del 3-4 ottobre Bolandrini aveva raccolto il 39,88 % delle preferenze, Prevedini il 31,73%, Mangoni il 25,17%.

Tra i temi in comune con il programma di Bolandrini “la tutela e la cura dell’ambiente, che si traducono nel contenimento del consumo di suolo e nella salvaguardia della vocazione rurale del territorio – si legge in una nota -. Escludiamo pertanto la realizzazione dell’autoparco in zona Masano e del KmVerde in zona Vidalengo”. Ma anche “la sicurezza dei cittadini attraverso la costruzione di una nuova caserma dei Carabinieri e il potenziamento della gestione associata della Polizia locale con i Comuni vicini”. Per queste e altre ragioni “chiedo di sostenere la candidatura di Bolandrini – conclude la nota – per costruire insieme una Caravaggio sicura, verde, solidale”.

“Coerentemente con la scelta di sostenere il programma amministrativo redatto con Mangoni, condivido ora la decisione di convergere su quel programma che maggiormente rispecchia la nostra visione del futuro di Caravaggio – aggiunge Augusto Baruffi, a capo della civica che sostiene Mangoni -. Chiedo pertanto ai concittadini che mi hanno espresso fiducia al primo turno di andare oltre la logica dei partiti e votare domenica 17 e lunedì 18 ottobre Claudio Bolandrini, con il quale potremo raggiungere gli obiettivi programmatici che ci siamo dati”.

In vista del ballottaggio, Prevedini (sostenuto da Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia) aveva subito fatto sapere di aver chiesto un incontro a Mangoni per raggruppare il centrodestra che si era diviso alla vigilia delle amministrative. Una frattura a quanto pare insanabile quella con il Carroccio, vista l’indicazione a votare per il sindaco uscente, già sostenuto da due civiche e dal Pd. “La scelta di Mangoni mi pare umanamente comprensibile – commenta Bolandrini -, ma anche logica dal punto di vista politico, poiché in linea con l’affermazione del civismo al primo turno di consultazione”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
Salvini e Prevedini
Caravaggio
Bolandrini avanti con l’appoggio di Mangoni, a sostegno di Prevedini c’è Salvini: sfida social a colpi di mestolo
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI