Quantcast
#Failasceltagiusta, scegliere la professione adatta secondo le proprie competenze e prospettive - BergamoNews
Camera di commercio

#Failasceltagiusta, scegliere la professione adatta secondo le proprie competenze e prospettive

#Failasceltagiusta, la guida per gli studenti che, avvalendosi dei dati del Sistema Informativo Excelsior realizzato da Unioncamere e Anpal, si propone di monitorare i fabbisogni professionali e occupazionali delle imprese del territorio per favorire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro

Bergamo. Attenzione ai fabbisogni occupazionali futuri, alle nuove competenze sia digitali che green e introduzione al campo delle libere professioni. Sono tante le novità che la Camera di commercio di Bergamo, attraverso l’Azienda Speciale Bergamo Sviluppo, ha studiato per offrire anche quest’anno ai ragazzi e agli istituti scolastici attività di orientamento alle scelte di studio e di lavoro all’avanguardia.

“Quando fai l’imprenditore o quando semplicemente stai prendendo una decisione come dovranno fare i ragazzi in futuro – commenta Giacinto Giambellini, Presidente di Bergamo Sviluppo – un buon consigliere è la persona più importante che puoi avere accanto. E noi imprenditori siamo come una bussola in mezzo al mare per i nostri ragazzi, soprattutto in questo periodo di crisi”.

Ecco dunque le iniziative principali presentate durante la conferenza webinar di venerdì 1° ottobre. Innanzitutto #Failasceltagiusta, la guida per gli studenti che, avvalendosi dei dati del Sistema Informativo Excelsior realizzato da Unioncamere e Anpal, si propone di monitorare i fabbisogni professionali e occupazionali delle imprese del territorio per favorire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro.

“Non sono solo i ragazzi a beneficiare di questa guida – spiega Laura Straulino, Senior Consultant Human Capital PTSCLAS – ma anche le imprese, perché se i ragazzi sono consapevoli di ciò che l’azienda richiede, questa avrà candidati più validi”. Arrivata alla terza edizione, la guida si rinnova. Per quest’anno infatti è stata aggiunta una nuova sezione, quella sulla Previsione sui fabbisogni occupazionali 2021-2025 per offrire una prospettiva più concreta sulle opportunità lavorative che si presenteranno in futuro. Non solo, nella nuova edizione ci saranno anche approfondimenti dedicati alle competenze del futuro – quelle del digitale e del green – e infine sulla scelta dei percorsi universitari e di Alta formazione artistica e musicale.

Il secondo grande punto del programma riguarda le iniziative vere e proprie sul tema dell’orientamento e del PCTO (Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento). Una delle novità è l’orientamento alla libera professione, introdotta quest’anno. Marcello Razzino, Rappresentante delle libere professioni nel Consiglio della Camera di Commercio, traccia una panoramica del settore: “È un mondo che ha grande importanza. Solo in bergamasca parliamo di circa 32 mila professionisti, tra lavoratori autonomi e dipendenti. In Italia si contano oltre 4 milioni di persone per un valore prodotto stimato attorno al 15% del PIL. Vogliamo far conoscere questo ambito parlando con i ragazzi di competenze e di prospettive, focalizzandoci sulle figure professionali più presenti e più ricercate in bergamasca, sul percorso di studio necessario e sull’iscrizione all’albo”.

camera di commercio bergamo sviluppo

Un altro importante esempio è il progetto di educazione imprenditoriale messo a punto dall’associazione Junior Achievement, di cui parla Armando Persico, Senior Education Manager di JA Italia: “Vogliamo partire dalla creatività dei giovani, aumentando la fiducia in loro stessi. Lavorando in team e partendo prima dall’individuazione dei bisogni del territorio vogliamo stimolare la loro capacità imprenditoriale, che oggi va intesa come l’agire sulla base di idee e opportunità per trasformarle non solo in valore economico, ma in valori per gli altri”.
L’impegno del mondo imprenditoriale al Junior Achievement è testimoniato da due dirigenti bergamaschi che hanno deciso di supportare il programma mettendosi a disposizione con le loro aziende. Si tratta di Giovanni Fassi, Presidente di Fassi Gru Spa, e Ezio Ronzoni, Amministratore Delegato di Banca Galileo Spa. Per il primo: “È un contributo che noi tutti imprenditori dobbiamo offrire. Demandare alle scuole la formazione è importante, ma se vogliamo che gli studenti crescano davvero con la volontà di buttarsi nel mondo del lavoro e di mettersi alla prova dobbiamo fare il nostro”. Ronzoni si dice orgoglioso di partecipare al progetto e lancia un messaggio: “L’augurio che faccio è che studenti e copro docenti abbiano l’entusiasmo di affrontare questa sfida, la sfida di accompagnare i giovani a creare lo sviluppo per rilanciare il nostro futuro, restando sull’onda della ripresa post-Covid”.

In generale, infine, sarà importante riconoscere ai giovani che quanto hanno fatto non rimanga solo un’esperienza da ricordare, come sostiene Claudio Gagliardi, vice Segretario Generale dell’Area Formazione e politiche attive del lavoro di Unioncamere.
“Lo scarto tra domanda e offerta che vediamo oggi risiede proprio nelle competenze, che si acquisiscono sì in un percorso di formazione ma anche in un ambiente reale di impresa. È il momento di riuscire a certificarle queste competenze che i giovani acquisiscono nei periodi di tirocinio e di alternanza scuola lavoro”.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI