Quantcast
Spaccio e aggressioni: divieto d'accesso e avvicinamento a locali pubblici per 4 persone - BergamoNews
I provvedimenti

Spaccio e aggressioni: divieto d’accesso e avvicinamento a locali pubblici per 4 persone

Nell'ultimo mese il questore Maurizio Auriemma ha emesso quattro "Daspo Willy" nei confronti di due cittadini marocchini e due italiani: sanzionato anche il titolare di un locale

Bergamo. Il Questore della provincia di Bergamo Maurizio Auriemma nell’ultimo mese ha emesso 4 “Daspo Willy”, misura di prevenzione personale atipica di competenza dell’Autorità provinciale di Pubblica Sicurezza, rientrante nella categoria dei “Divieti di accesso ad aree urbane” (denominati D.Ac.Ur), la cui disciplina è stata modificata nel dicembre 2020 all’indomani dei tragici fatti che portarono all’omicidio del ventiduenne Willy Monteiro.

Nei casi in specie, anche nell’ambito della quotidiana attività di collaborazione e scambio informativo con le locali Articolazioni dell’Arma dei Carabinieri, sono stati valutati alcuni episodi avvenuti in provincia, sia con riferimento a fatti legati a reati inerenti gli stupefacenti, sia con riferimento a reati contro la persona.

In particolare sono stati emessi i divieti di accessi a locali pubblici:

·      del comune di Palosco, nei confronti di un cittadino marocchino di 50 anni, colto nella flagranza del reato di spaccio di sostanze stupefacenti dai Carabinieri della Stazione di Calcinate nei pressi del bar “Ol Mulì” di Palosco e nell’occasione indagato in stato di libertà (durata Daspo 3 anni);

·      del comune di Montello, nei confronti di un cittadino marocchino di 21 anni colto nella flagranza del reato di spaccio di sostanze stupefacenti dai Carabinieri della Stazione di Calcinate nei pressi del bar “Grotta Azzurra” di Montello e per tale motivo tratto in arresto (durata Daspo 3 anni). Anche il titolare del locale è stato sanzionato dalla locale Divisione PASI della Questura di Bergamo con la chiusura per 10 giorni;

·      del comune di Nembro, nei confronti di un italiano di 32 anni nei pressi del “McDrive” di Nembro, reagendo ad una osservazione postagli per il mancato rispetto della fila, scendeva dall’auto e malmenava un avventore provocandogli lesioni e danneggiando una autovettura (durata Daspo 2 anni);

·      del comune di Stezzano, nei confronti di un cittadino italiano di anni 44, responsabile di minaccia di più persone, aggravata dall’uso di un coltello, all’interno e nei pressi del “Bar Sport” di Stezzano e per tale motivo denunciato in stato di libertà alla competente A.G. dai locali Carabinieri (durata Daspo 1 anno).

A seguito del provvedimento del Questore, i citati soggetti – considerati socialmente pericolosi – non potranno avere accesso o stazionare nelle immediate vicinanze di esercizi o locali pubblici posti nei territori dei comuni e per le durate indicate nei Daspo; in caso di accertata violazione, è prevista la reclusione da sei mesi a due anni e la multa da 8.000 e 20.000 euro.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI