Quantcast
Linda Carrara, una bergamasca tra i 20 talenti protagonisti della 21ª edizione del Premio Cairo - BergamoNews
Arte

Linda Carrara, una bergamasca tra i 20 talenti protagonisti della 21ª edizione del Premio Cairo

Nata nel 1984 a Bergamo, vive e lavora tra Milano e Bruxelles, l'artista bergamasca è tra i venti che si contenderanno la 21ª edizione del Premio Cairo presentando un’opera inedita al vaglio di una giuria di altissimo livello

Milano. Sono stati selezionati dalla redazione del mensile ARTE di Cairo Editore, diretto da Michele Bonuomo, i venti giovani artisti che parteciperanno al 21° Premio Cairo, il più autorevole appuntamento con l’arte contemporanea in Italia; la mostra, che si terrà nelle prestigiose sale di Palazzo Reale a Milano, è stata posticipata al 2022, dal 17 al 23 ottobre, per permettere uno svolgimento della cerimonia di premiazione in linea con le edizioni scorse e una piena partecipazione del pubblico di appassionati.

Thomas Braida, Bros (Daniele Nicolosi), Elia Cantori, Linda Carrara, Giulia Cenci, Valentina De’ Mathà, Luca Di Luzio, Federica Di Pietrantonio, Alice Faloretti, Bruno Fantelli, Andrea Fontanari, Gaia Fugazza, Alessandro Gerull, Corinna Gosmaro, Cecilia Granara, Giulio Malinverni, Jacopo Martinotti, Adinda-Putri Palma, Diego Scroppo, Marta Spagnoli sono gli artisti che si contenderanno la 21ª edizione del Premio Cairo di quest’anno presentando un’opera inedita al vaglio di una giuria di altissimo livello.

“Venti talenti. Ecco chi sono gli artisti italiani che la redazione di Arte ha selezionato per il 21° Premio Cairo – dichiara Michele Bonuomo, direttore del magazine leader di settore -. Un’edizione travagliata per via dello stop and go cui siamo obbligati dalla pandemia, che ha fatto posticipare ancora una volta l’appuntamento tra i più attesi nel panorama degli eventi d’arte contemporanea nazionali. Un premio storico – voluto e sostenuto con passione e generosità dal Presidente Urbano Cairo – che anno dopo anno ha indagato con rigore lo scenario dell’arte contemporanea, offrendo agli artisti che vi hanno partecipato un’importante vetrina critica e un’altrettanta visibilità mediatica. Nel clima d’isolamento e d’incertezza che tutti stiamo ancora vivendo, i venti protagonisti hanno portato avanti con tenacia la nostra richiesta di elaborare un’opera inedita che meglio rappresentasse la loro ricerca. Nella nuova data di ottobre 2022, queste opere saranno protagoniste di una grande mostra in Palazzo Reale a Milano. Una giuria di grande prestigio sceglierà quella vincitrice, al cui autore verrà assegnato il premio di 25mila euro. La 21 ª edizione sarà dunque quella della svolta perché, oltre a contribuire alla ripresa di cui tutti sentiamo il bisogno, siamo sicuri che evidenzierà quei nuovi segnali che la giovane arte italiana sta lanciando”.

La prestigiosa giuria che sarà chiamata a nominare l’opera vincitrice, al cui autore verrà assegnato il Premio Cairo, è presieduta da Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, presidente dell’omonima Fondazione di Torino, ed è composta da Luca Massimo Barbero, direttore Istituto di Storia dell’Arte della Fondazione Giorgio Cini di Venezia, Mariolina Bassetti, Chairman Christie’s Italia, Gabriella Belli, direttrice Fondazione MUVE – Musei Civici di Venezia, Ilaria Bonacossa, direttrice Fiera Internazionale d’Arte e Contemporanea Artissima di Torino, Lorenzo Giusti, direttore Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea (Gamec) di Bergamo, Andrea Viliani, responsabile e curatore Centro di Ricerca Castello di Rivoli, ai quali si aggiunge il grande artista Emilio Isgrò.

Questa edizione del Premio Cairo sarà a Impatto Zero, grazie all’omonimo progetto di LifeGate – da 20 anni punto di riferimento italiano per la sostenibilità e per la prima volta partner del Premio – attivo nella riduzione e compensazioni delle emissioni di CO₂ generate attraverso attività di riforestazione e tutela di parchi e riserve naturali.

Per il sesto anno consecutivo è stata poi confermata la media partnership con Corriere della Sera che ospiterà il live streaming dell’evento su corriere.it.

Tutti gli aggiornamenti sono disponibili sulla pagina Instagram dedicata instagram.com/premiocairo/; ulteriori informazioni sul premio e sulla sua storia si possono trovare sul sito premiocairo.com.

Linda Carrara premio Cairo

I 20 artisti selezionati dalla rivista Arte per l’edizione del 2021
Thomas Braida Nato nel 1982 a Gorizia, vive e lavora a Venezia.
Bros (Daniele Nicolosi) Nato nel 1981 a Milano, dove vive e lavora.
Elia Cantori Nato nel 1984 ad Ancona, dove vive e lavora.
Linda Carrara Nata nel 1984 a Bergamo, vive e lavora tra Milano e Bruxelles.
Giulia Cenci Nata nel 1988 a Cortona, vive e lavora tra Amsterdam e Cortona.
Valentina De’ Mathà Nata nel 1981 ad Avezzano, vive e lavora a Mendrisio.
Luca Di Luzio Nato nel 1986 a Roma, dove vive e lavora.
Federica Di Pietrantonio Nata nel 1996 a Roma, dove vive e lavora.
Alice Faloretti Nata nel 1992 a Brescia, vive e lavora tra Brescia e Venezia.
Bruno Fantelli Nato nel 1996 a Cles, vive e lavora a Venezia.
Andrea Fontanari Nato nel 1996 a Trento, vive e lavora tra Trento e Venezia.
Gaia Fugazza Nata nel 1985 a Milano, vive e lavora a Londra.
Alessandro Gerull Nato nel 1998 a Milano, dove vive e lavora.
Corinna Gosmaro Nata nel 1987 a Savigliano, vive e lavora tra Roma e Parigi.
Cecilia Granara Nata nel 1991 a Gedda, vive e lavora a Parigi.
Giulio Malinverni Nato nel 1994 a Vercelli, vive e lavora a Venezia.
Jacopo Martinotti Nato nel 1995 a Milano, dove vive e lavora.
Adinda-Putri Palma Nata nel 1986 a Matelica, dove vive e lavora.
Diego Scroppo Nato nel 1981 a Torino, dove vive e lavora.
Marta Spagnoli Nata nel 1994 a Verona, vive e lavora a Venezia.

Premio Cairo
Giunto alla 21ª edizione, il Premio Cairo è divenuto nel tempo la più autorevole e prestigiosa opportunità per i giovani artisti in Italia e si è imposto quale riconoscimento d’arte contemporanea per eccellenza del panorama italiano.
Nato nel 2000 con l’obiettivo di individuare e valorizzare i migliori talenti under 40 e mettere in luce le nuove tendenze nei diversi ambiti artistici, dai più consolidati, come pittura e scultura, a videoarte, fotografia e arte digitale.
Ogni edizione prevede venti finalisti selezionati dalla redazione del periodico Arte, poi valutati da una giuria composta da direttori di museo ed esperti d’arte, chiamata a designare l’opera vincitrice. Tutte le opere dell’edizione saranno protagoniste di una esposizione dedicata. Al vincitore viene inoltre assegnato un premio di 25 mila euro.
Importante trampolino di lancio, il Premio Cairo offre ai giovani artisti la duplice opportunità di vivere un’importante esperienza e di consolidarsi nel mondo dell’arte contemporanea italiana e internazionale, come dimostrano ad esempio le esposizioni alla Biennale di Venezia di 41 degli artisti delle precedenti edizioni.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI