Quantcast
Bocciati i tornelli sull'autobus: "Contro i furbi meglio le guardie" - BergamoNews
La proposta

Bocciati i tornelli sull’autobus: “Contro i furbi meglio le guardie”

L'ordine del giorno del leghista Alessandro Carrara bocciato dal Consiglio comunale. Zenoni: "Portano via spazio su mezzi che viaggiano già a capacità ridotta. L'evasione purtroppo è fisiologica"

Bergamo. Tornelli sugli autobus contro chi non paga il biglietto sui mezzi pubblici. È la proposta avanzata dal consigliere leghista Alessandro Carrara durante la seduta del Consiglio comunale di lunedì sera. Bocciata però dall’assessore alla Mobilità Stafano Zenoni e da altri 19 consiglieri, che hanno votato contro l’ordine del giorno.

“Già altre città hanno adottato questo sistema – spiega Carrara nella presentazione -. Consiste nel posizionare un tornello all’ingresso del mezzo che si apre solamente se viene accostato un biglietto o un abbonamento davanti al lettore. Si potrebbero installare su una prima linea a livello sperimentale, per poi renderlo effettivo anche sulle altre se questa soluzione funziona”.

Zenoni non è d’accordo, innanzitutto per motivi pratici: “I tornelli hanno bisogno di spazio per essere posizionati sui mezzi che, ricordo, attualmente viaggiano già a capacità ridotta a causa delle disposizioni Covid. Inoltre i mezzi urbani hanno due ingressi e una sola uscita per velocizzare il servizio, quindi questa soluzione è impraticabile. L’evasione è sempre da condannare ma purtroppo è fisiologica e a Bergamo è pari al 6 per cento, in linea con le altre città. Ho parlato della questione con la direzione dell’Atb e anche loro concordano, ritengono più efficace l’attività di controllo delle guardie giurate”.

Una possibile soluzione, da studiare però in futuro, potrebbe riguardare “dei sensori che introdurrebbero l’obbligo di lettura di un titolo di viaggio per chiunque salga sull’autobus”, conclude l’assessore.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI