Quantcast
L'Atalanta sfiora il colpaccio, con l'Inter finisce 2-2 un match scoppiettante - BergamoNews
Sfida scudetto

L’Atalanta sfiora il colpaccio, con l’Inter finisce 2-2 un match scoppiettante

Pareggio pirotecnico tra milanesi e bergamaschi. Malinovskyi e Toloi ribaltano il vantaggio iniziale di Lautaro Martinez. Dzeko per la definitiva parità

Milano. Partita in bilico fino all’ultimo minuto, emozionante e ricca di gol quella tra Inter e Atalanta. Il risultato finale di 2-2 non accontenta nessuno e lascia un pizzico di amaro in bocca per non essere riusciti a conquistare i tre punti sia sulla sponda interista che su quella atalantina.

I ribaltamenti di fronte da una parte e dall’altra divertono il pubblico di San Siro. Il primo sussulto porta la firma di Lautaro Martinez, abilissimo in allungo a trafiggere Musso. Dopo essere passata in svantaggio la Dea prende in mano il pallino del gioco e prova in tutti i modi a ribaltare il risultato. E’ il trequartista ucraino Malinovskyi a caricarsi sulle spalle la compagine di Gasperini. Prima riacciuffa il pareggio disegnando un bolide mancino incrociato imparabile per l’incolpevole Handanovic. Otto minuti più tardi libera un’altra conclusione velenosa, il portiere interista respinge e il più lesto ad arrivare sulla sfera è il difensore Toloi con un tap in vincente.

Ancora Malinovskyi accarezza l’idea del tris colpendo il palo direttamente su calcio di punizione. Impietrito il numero uno dei meneghini che accompagna con lo sguardo il pallone sperando di non doverlo raccogliere in fondo alla rete. Il match prosegue su ritmi molto intensi, a rubare la scena è l’estremo difensore argentino della Dea Musso, abile a salvare due volte il risultato con interventi da applausi a scena aperta.

Il pareggio dei milanesi è nell’aria, l’ingresso di forze fresche dalla panchina da una marcia in più a entrambe le squadre. Dzeko si fa trovare nel posto giusto al momento giusto e appoggia in rete la respinta di Musso sul tiro di Dimarco.

Nel finale c’è spazio per un vortice di emozioni. Un disattento Demiral colpisce di mano la sfera in area e regala il rigore all’Inter, sbagliato da Dimarco che centra in pieno la traversa. Piccoli invece riesce a siglare il terzo gol, annullato dall’arbitro perché il pallone ha oltrepassato la linea prima del rilancio di Handanovic.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI