Quantcast
Atalanta-Inter per sfatare il tabù San Siro: l'ultimo successo firmato Bonaventura - BergamoNews
Stasera in campo

Atalanta-Inter per sfatare il tabù San Siro: l’ultimo successo firmato Bonaventura

Il successo in trasferta della Dea contro i meneghini manca dal 2014. Servono i tre punti alla truppa di Gasperini per cercare l'aggancio

Sabato pomeriggio spazio alla sfida più bella ed emozionante della sesta giornata insieme al derby di Roma, quella tra Inter e Atalanta. Alle 18 le due formazioni nerazzurre duelleranno sotto i riflettori della Scala del Calcio in un big match dal sapore di scudetto.

Le squadre arrivano al confronto in una condizione psicologica favorevole. I bergamaschi hanno rialzato la testa grazie al successo con il Sassuolo e dopo qualche rallentamento stanno viaggiando spediti verso la vetta della classifica mentre i meneghini non hanno ancora perso in campionato.

Gli uomini di Gasperini quando incrociano l’Inter a San Siro non riescono a esprimersi al meglio, come testimoniato dall’ultima vittoria orobica che risale a marzo del 2014 con Colantuono seduto in panchina. In quella circostanza la doppietta di Bonaventura aveva affossato il gruppo di Mazzarri. Da lì in avanti sei trionfi interisti e due pareggi. Una statistica che non lascia spazio a interpretazioni e che dovrà assolutamente essere ribaltata. I bookmakers danno i Campioni d’Italia favoriti ma la Dea ha tutte le carte in regola per mettere in difficoltà i padroni di casa.

Per dare filo da torcere a una corazzata in grado di andare a segno con undici marcatori diversi in cinque giornate servirà la prestazione perfetta. Il punto fondamentale su cui dovrebbe insistere il tecnico di Grugliasco è la solidità difensiva, ma non sarà facile arginare i tenori nerazzurri, su tutti Dzeko. Il bomber bosniaco ha nei bergamaschi una delle sue vittime preferite avendogli segnato contro già sei gol in carriera.

Gasperini dovrebbe cambiare poco rispetto all’ultima uscita. In porta troverà continuità Musso, davanti a lui Toloi, Djimsiti, Palomino con Demiral che dovrebbe tornare a sedersi in panchina. In mediana si riprenderà una maglia da titolare Freuler, vicino a De Roon. Sulle fasce confermatissimi Gosens e Zappacosta mentre sulla trequarti, complice il problema al piede di Pessina, ballottaggio serrato tra Pasalic e Ilicic con il secondo favorito. Al centro dell’attacco agirà ancora Zapata.

Dall’altra parte mister Inzaghi si affiderà al capitano Handanovic, il terzetto difensivo dovrebbe essere formato da Skriniar, De Vrij e Bastoni (giovane cresciuto nel vivaio atalantino ed esordiente in Serie A con la maglia della Dea). Dimarco potrebbe vincere il duello sulla fascia sinistra con Perisic mentre sull’out di destra si contenderanno il posto Dumfries e Darmian. Calhanoglu, Brozovic e Barella agiranno nel cuore del centrocampo. In attacco intoccabile il tandem Lautaro Martinez e Dzeko.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI