Lieto fine

Può incassare la vincita da mezzo milione la signora a cui avevano rubato il biglietto

L'Agenzia delle dogane e monopoli ha recuperato, dopo il dissequestro da parte della procura di Napoli, il biglietto del Gratta e vinci

Dissequestrato: ora la signora napoletana di 69 anni, la legittima vincitrice del Gratta e Vinci da 500mila euro che le era stato rubato dal tabaccaio nelle settimane scorse potrà avere il suo premio.

L’Agenzia delle dogane e monopoli ha recuperato, dopo il dissequestro da parte della procura di Napoli, il biglietto e la signora potrà ora finalmente incassare la vincita. Lo rende noto la stessa Agenzia, che ha avviato le procedure per il pagamento.

In una nota si spiega che la Procura di Napoli ha ribadito che “le indagini non lasciano dubbi in ordine alla riconducibilità di quanto in sequestro alla persona offesa”, pertanto la donna che aveva acquistato il biglietto potrà incassare quanto le spetta. “Sono particolarmente felice per la signora napoletana, acquirente del biglietto, che in questi giorni e’ entrata nel cuore di tutti noi”, ha detto il direttore dell’Agenzia delle dogane, Marcello Minenna.

Il tabaccaio che ha sottratto il biglietto vincente all’anziana, è accusato di furto pluriaggravato e di tentata estorsione ai danni della legittima proprietaria del Gratta e vinci, alla quale aveva chiesto la metà della vincita per avere indietro il tagliando. L’uomo aveva depositato il biglietto in una banca a Latina per poi tentare inutilmente di partire per le Canarie prima di essere riconosciuto e fermato dalla polizia all’aeroporto di Fiumicino.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI