Quantcast
Verdellino, Helga Ogliari con la lista ViVerE!: "Priorità ai servizi sociali" - BergamoNews
Verso il voto

Verdellino, Helga Ogliari con la lista ViVerE!: “Priorità ai servizi sociali”

Assessore alla Cultura nella giunta Avogadri, è consulente aziendale: "Comunicazione più efficiente con i cittadini, attenzione alle categorie fragili e nuovi stimoli per i giovani"

Helga Ogliari ha 49 anni, è una consulente aziendale formatrice specializzata in marketing ed è sostenuta dalla civica Vivere!. Nel suo programma spazio all’ascolto dei cittadini e al miglioramento della qualità della vita.

Quali sono le priorità del suo programma?

Prima le persone! Sembra uno slogan banale, ma non è così scontato. Negli ultimi anni l’amministrazione comunale ha puntato a realizzare opere, edifici, strade da esibire come premi, ma si è dimenticata delle persone, soprattutto quelle più fragili. Per noi le persone vengono prima di ogni altra cosa. Per questo al primo posto nel nostro programma abbiamo messo i servizi sociali in cui rientra anche la tutela della salute intesa come “condizione di benessere fisico e psichico”.

ViVerE! esprime il desiderio e l’impegno di migliorare la qualità della vita di tutti ed elevare il livello di benessere. Ascoltando le persone che vivono nel nostro paese abbiamo individuato i fattori del benessere e ben-vivere. Tra tutti cito la relazione con le istituzioni e i Comune, la tutela dell’ambiente e il sostegno alle attività produttive.

Secondo lei di cosa ha più bisogno il paese?

L’abbiamo chiesto alle persone di Verdellino e Zingonia sia con un sondaggio online che di persona. Inaspettatamente al primo posto del sondaggio c’è il bisogno di verde, spazi dove poter passeggiare, giocare e fare sport. Seguono: servizi comunali più efficienti, la cura e assistenza per gli anziani, la sicurezza personale e stradale, iniziative per adolescenti e giovani, eventi culturali, aiuto nell’accudimento dei figli dopo la scuola, un paese più bello e con arredi curati, il supporto per la ricerca del lavoro, un paese vivo con negozi e altri esercizi commerciali oltre a bar.

 

lista Vivere! verdellino

 

Il tema sicurezza è molto sentito nell’area di Verdellino-Zingonia. Come lo affronterete?

La sicurezza è uno dei bisogni essenziali da cui dipende lo stato di benessere di un cittadino. Il percorso che ha portato all’istituzione della Tenenza sul nostro territorio ha permesso di avere un maggiore presidio da parte dei carabinieri: c’è stata una riduzione dei fenomeni di delinquenza, ma c’è ancora molta strada da fare per tutelare la sicurezza dei cittadini.

L’eccessivo turnover del personale (soprattutto nella figura del Comandante) e il fallimento del Consorzio con altri Comuni vicini sono i punti critici dell’attuale gestione della Polizia Locale su cui si dovrà lavorare. Aggiungo che il tema della sicurezza dovrebbe essere trattato anche in ottica di prevenzione con l’integrazione di diverse aree: servizi sociali, formazione e cultura.

Cosa prevede per le famiglie e il sociale?

Le famiglie sono formate da persone di diversa età e con bisogni diversi. I genitori di bambini in età prescolare e scolare hanno bisogno di servizi per l’accudimento e l’educazione dei figli: oltre al nido già presente sul nostro territorio prevediamo giornate di spazio gioco in biblioteca, i post scuola e iniziative per adolescenti. Nelle famiglie ci sono anche i giovani, spesso assenti dalla vita del Comune dove non trovano adeguati spazi e stimoli per esprimere i propri talenti e per crescere come cittadini responsabili. Prestare ascolto ai bisogni e alle loro idee è il primo passo per investire sul futuro delle nuove generazioni.

E poi ci sono gli anziani. Quasi il 20% della popolazione di Verdellino e Zingonia ha più di 65 anni, una fascia che ha bisogni diversi: dalla socializzazione fino alla cura e assistenza. Il nostro obiettivo è rallentare il processo di invecchiamento e prenderci cura degli anziani facendoli sempre sentire parte della comunità.

Se verrà eletta, quali saranno le opere dei primi cento giorni?

Innanzitutto mi concentrerò sull’organizzazione del personale comunale. Questo, insieme alla collaborazione con altri Comuni, è un fattore strategico per migliorare la qualità dei servizi. Mi impegnerò anche per il ripristino del tavolo di comunità e per fare in modo che amministrazione, servizi sociali, parrocchia, scuola, forze dell’ordine, associazioni e rappresentanti di comunità possano lavorare insieme per migliorare la qualità della vita delle persone e creare una comunità solidale.

Che slogan avete scelto per la campagna elettorale?

Il nome della nostra lista è Vivere che è l’acronimo di 3 parole. VI = Vicini alle persone. Ascoltiamo i bisogni, i problemi e i desideri dei cittadini per offrire risposte competenti a tutti, senza distinzioni o preferenze. VER = verità, trasparenza e serietà. Ci impegniamo per comunicare in modo chiaro e trasparente con i cittadini perché la comunicazione pubblica deve essere al servizio del cittadino e non dell’ego degli amministratori comunali. Siamo stanchi di essere rappresentati da amministratori che fanno propaganda ma non comunicano veramente con le persone.
La E! = il nostro entusiasmo è l’energia pulita che unisce e ci spinge a lavorare insieme per realizzare un programma ambizioso e, al tempo stesso, sostenibile, concreto, realizzabile.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
verdellino candidati sindaco
Verso il voto
Verdellino, corsa a tre: il sindaco “rinnegato” dalla giunta, il suo vice e un’ex assessora
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI