Quantcast
Uno Zappacosta da nazionale trascina l'Atalanta contro il Sassuolo, da rivedere Toloi - BergamoNews
Voti ai protagonisti

Uno Zappacosta da nazionale trascina l’Atalanta contro il Sassuolo, da rivedere Toloi

Tra i migliori anche Demiral e il tecnico Gian Piero Gasperini

Musso 6,5 : Si conferma il miglior acquisto del mercato anche quando non deve fare gli straordinari. Semplicità nelle uscite alte a diffondere tranquillità . Per lui ovazione da “ A guardia di una fede “ lo striscione che non si vede più.

Toloi 5,5 : Non ha il passo di Boga, Non è colpa sua perché marcatore puro non si diventa. Grave errore in ripartenza al 35’, Dionisi gli fa un piacere quando lo toglie .

Demiral 7 : Per non fare rimpiangere il suo predecessore non risparmia le maniere forti. Roccia.

Djimsiti 6 : A lui si chiede sempre una gara di sostanza, prima a difendere perché accompagnare non è sempre il suo mantra. Deve limitare Berardi , non sempre ci riesce e in compagnia di Gosens gli lascia lo spazio per il gol alla fine del primo tempo.

Zappacosta 7 : Da nazionale, generoso in avvio quando rinuncia al tiro per servire i compagni, assist da urlo per la testa di Zapata che spreca, diventa egoista al 36’ con il gol del raddoppio.

Maehle 6 : ( 23 2t) Migliorato nei disimpegni che danno fiato alla fase difensiva

De Roon 6 : Troppi quattro turni di squalifica per quella scelta di non accettare ricorsi come d’abitudine nel mondo fubaliero italico, la voglia di tornare si coniuga con una gara attenta e di contenimento. Prestazione di esperienza per non correre rischi inutili.

Koopmeiners 6,5 : Cambi di gioco di 60 metri con la leggerezza del volo di un airone, non a caso nell’antichità considerato simbolo di sapienza. Novità nel dogma di Gasperini che non impazzisce per questo tipo di gioco ?

Gosens 6,5 : Cerca sempre la conclusione, si rivede il turbo di Germania – Portogallo degli ultimi europei, pronto ad insaccare ( 3’) su invito irrinunciabile di Malinovskyi. Troppa educazione su Berardi che non ha il rispetto per non approfittarne con un sinistro imparabile anche per Musso ( 44’)

Pezzella 6 : ( 23’ 2t) Quando entra serve copertura e pochi fronzoli. Subito giallo senza scomporsi

Pessina 6 : Sbornia Europea da smaltire , Magnanelli a mordergli le caviglie con una marcatura anni 60 , perde il tempo in un paio di occasioni da trasformare in possibili tapin

Malinovskyi 6 : Molti occhi puntati su di lui, risponde con un assist da antologia con il destro che non è proprio il suo piede preferito, a favore di Gosens che non è tipo da sbagliare davanti alla porta spalancata . ( 1 a 0 al 3’) . Giallo al quarto d’ora della ripresa che porta alla sostituzione

Ilicic 6,5 : ( 15’ 2t) Doveva andare via, ora appena entra è osannato come il salvatore della patria. Dal suo sinistro le idee non mancano mai, appena entrato a sfiorare il gol , salvo poi prendersi le consuete pause modello streaming. Condizione atletica da consolidare

Zapata 6,5 : Gioca per la squadra, si divora al 32’ una occasione da fare, rimedia con l’assist per il gol di Zappacosta. Le sue sgroppate aprono più volte la difesa avversaria, non molla mai.

Piccoli sv : ( 38’ 2t) Lotta su tutte le palle da bergamasco concentrato

Gasperini 7 : Intensità che vai cercando che la squadra ritrova, niente a vedere con la prestazione di Salerno. Scelte perfette in partenza con cambi a mantenere il risultato. Risultato importante alla vigilia di due impegni da affrontare con la giusta maturazione di condizione e convinzione.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI