Quantcast
Al mercato l’ora dei funghi porcini: come prepararli fritti a chips - BergamoNews
Informazione Pubblicitaria

Ortofrutta

Ortofrutta

Al mercato l’ora dei funghi porcini: come prepararli fritti a chips

Arriva il periodo ideale per poterli consumare: gli appassionati cominciano a cercarli con maggior attenzione

Bergamo. Sono i funghi porcini il prodotto della settimana al mercato ortofrutticolo bergamasco. Arriva il periodo ideale per poterli consumare: gli appassionati cominciano a cercarli con maggior attenzione considerando che il calo delle temperature che contraddistingue il passaggio dall’estate all’autunno invoglia a gustarli con qualche piatto sostanzioso.

Dal punto di vista quantitativo, fino ad oggi l’annata è un po’ avara perchè le condizioni climatiche dei territori maggiormente vocati alla raccolta non sono state favorevoli: l’auspicio è che d’ora in avanti possano esserci condizioni meteorologiche che favoriscano lo spuntare dei funghi e di conseguenza generare un aumento dei volumi.

Su scala europea, dunque, al momento i raccolti sono inferiori alle attese ma, probabilmente, nelle prossime settimane dovrebbero aumentare. I prezzi mediamente sono piuttosto sostenuti, ma gli esemplari disponibili sono sani e, quindi, vale la pena di mangiarli.

Per quanto riguarda i luoghi d’origine, i funghi italiani sono piuttosto pochi: la maggior parte arriva dall’Europa dell’Est.

Guardando alle proprietà e ai valori nutrizionali, sono un’ottima fonte di minerali, in particolare fosforo, potassio, selenio e magnesio; inoltre, contengono alcune vitamine del gruppo B e sostanze antiossidanti.

In cucina sono ottimi per cucinare sfiziosi primi piatti (pasta e risotto) e per accompagnare secondi a base di carne rossa o bianca. In base alle proprie preferenze,
Per pulire i funghi porcini, usando un coltello dalla lama affilata bisogna rimuovere le tracce di terriccio e le impurità partendo dall’estremità del gambo – avendo cura di togliere meno polpa possibile – e raschiare la superficie con il coltello per facilitare l’operazione. Infine, la raschiatura va ripetuta anche nella parte della cappella. Si sconsiglia, invece, di lavare il fungo in acqua perché si comporterebbe come una spugna.

Ad ogni modo, se fosse molto difficile pulirlo e il terriccio rimanesse anche dopo averlo tamponato con un panno umido, è utile passarlo velocemente in acqua fredda corrente.

Se il fungo porcino è piccolo, bisogna tagliarlo intero a fette (nel senso della lunghezza), invece se è grande si può staccare la cappella dal gambo esercitando un delicato movimento rotatorio e ricavare delle lamelle sottili dalla testa e dal gambo.

Dando uno sguardo più in generale al mercato ortofrutticolo, non si annotano cambiamenti per i fichi d’India e si conferma buona in termini qualitativi l’offerta dei fichi tradizionali nostrani, della produzione locale: per gli amanti di questi frutti sono un’occasione da cogliere per la propria spesa dal fruttivendolo o dall’ambulante di fiducia.

Risulta stabile l’andamento commerciale delle fragole, per le quali non si registrano particolari modifiche nelle compravendite.

Per le pesche e le nettarine gli areali di riferimento sono dislocati in Sicilia e, a parità di pezzatura, le seconde costano più delle prime.

La gran parte delle vendite delle pere riguarda la varietà Williams italiana: per tutta la stagione persisterà un’offerta limitata dal punto di vista della quantità perchè queste sono le indicazioni che vengono fornite in campagna.

Si evidenzia un’ottima offerta di uva da tavola sia in termini quantitativi sia qualitativi: spicca della bellissima uva Pizzutella proveniente principalmente dalla Puglia, ma vi è anche una pregevole uva Italia, originaria da Puglia e Sicilia. Inoltre, sono presenti la varietà Vittoria, tipologie senza semi e in piccoli volumi l’uva nera.

L’offerta di susine inizia fisiologicamente a comprimersi in termini di varietà d’offerta anche se il livello qualitativo rimane decisamente buono.

Volge al termine il mercato delle angurie: i prezzi sono bassi e le richieste non sono più quelle dei giorni più caldi, mentre per i meloni le compravendite sono più equilibrate e la qualità soddisfa ancora molto bene i consumatori.

Passando al comparto orticolo, si rileva una buona disponibilità del pomodoro lungo da sugo, mentre rimane piuttosto sostenuto il prezzo dei pomodori datterini.

Sono stabili i peperoni rossi e gialli, mentre si assestano entro valori assolutamente nella norma per il periodo i fagiolini di tipo Boby, acquistabili anche con origine italiana.

Risulta complicato trovare finocchi di qualità perchè hanno risentito del perdurare del grande caldo nelle scorse settimane.

Per concludere, sono stabili le zucchine, per le quali non si rilevano particolari variazioni rispetto ai giorni scorsi.

LA RICETTA DELLA SETTIMANA

Chips di porcini

 

Chips di porcini (a cura di Primo Chef)

Ingredienti per 4 persone: 

150 gr di funghi porcini
2 uova
pane grattugiato q.b.
olio per friggere q.b.
sale q.b.

Per la maionese, se si vuole fare in casa, altrimenti si aggiungano le erbe a quella pronta:

2 tuorli
220 ml di olio di semi
succo di 1/2 limone spremuto
1 pizzico di sale
1 cucchiaio di aceto di vino bianco
erbe aromatiche (salvia, maggiorana, timo)

Preparazione

Per preparare le chips di funghi porcini iniziate dalla preparazione della maionese alle erbe: lavate le erbe aromatiche e ponetele all’interno del bicchiere del frullatore ad immersione. Aggiungete i tuorli e iniziate a frullare. Sempre continuando a frullare unite il sale e il succo di limone, poi l’olio un po’ alla volta. Terminate aggiungendo l’aceto di vino in modo da correggere l’acidità, in base il vostro gusto.

Proseguite pulendo bene i funghi con un panno da cucina, poi tagliateli a fette non troppo sottili. A parte, sbattete le uova in un piatto e ponete il pane grattugiato in un altro piatto.

Passate i funghi prima nelle uova sbattute e poi nel pane grattugiato, cercando di fare aderire bene il pane ai funghi.

Ponete un’ampia padella sul fuoco, scaldate l’olio e quando sarà ben caldo tuffatevi dentro i funghi. Fate dorare da entrambi i lati, sollevate i funghi con una schiumarola e fateli sgocciolare su di un piatto foderato con carta assorbente in modo da eliminare l’olio in eccesso.

Salate e servite immediatamente accompagnando i funghi con la maionese alle erbe, buon appetito!

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI