Quantcast
Il bergamasco Roberto Robert vince il premio narrativo Le Grazie di Portovenere - BergamoNews
Il libro

Il bergamasco Roberto Robert vince il premio narrativo Le Grazie di Portovenere

Il suo quarto romanzo "Rossa è la sera dell'avvenire" è ambientato a Bergamo negli anni di piombo e intreccia le vite di una bambina di 11 anni e di un 22enne combattente dell'organizzazione rivoluzionaria Frontiera Rossa

L’autore bergamasco Roberto Robert ha vinto il premio internazionale di poesia e narrativa “Le Grazie – Portovenere baia dell’arte” con il romanzo “Rossa è la sera dell’avvenire”, pubblicato da Silele Edizioni. La prefazione è di Graziano Delrio, già sindaco di Reggio Emilia.

Il libro, il quarto dell’autore, è ambientato a Bergamo nell’estate del 1970, all’inizio dei cosiddetti ‘anni di piombo’. La vicenda narrata, benché luoghi e nomi siano immaginari, descrive il contesto storico e politico all’interno del quale è nato il terrorismo in Italia.

I due protagonisti sono Mafalda, una bambina di 11 anni che vive in un paesino della Valle Seriana (dal nome inventato Borgo di Serio), e Carlo, 22 anni, nome di battaglia Anselmo Bonacini. Il giovane è uno studente universitario fuoriuscito dal Pci di Reggio Emilia, vive in clandestinità ed è combattente dell’organizzazione rivoluzionaria Frontiera Rossa, che ha costituito un proprio nucleo a Bergamo. Le vicende dei due si consumano nell’arco di un’estate, le loro vite si intrecciano nella drammaticità di quei giorni di lotta, fino a concludersi in un finale violento.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI