Quantcast
“La Montagna e il suo passato”, a Parre gli incontri Tra/Montani - BergamoNews
Val seriana

“La Montagna e il suo passato”, a Parre gli incontri Tra/Montani

Da venerdì 17 a domenica 19 settembre

Parre. L’estate di Parre si chiuderà all’insegna della ricerca e della condivisione con altri “popoli” montani, alla ricerca di una valorizzazione diffusa e consapevole delle potenzialità e delle ricchezze delle vallate alpine e appenniniche. Queste le motivazioni dell’edizione 2021 di Incontri Tra/Montani, che proprio nel paese della Valle Seriana troverà la propria location, dal venerdì 17 a domenica 19 settembre.

“Attorno a Katua, la montagna e il suo passato” è il titolo della serie di convegni, incontri, presentazioni e escursioni didattiche che il programma prevede, con epicentro la sede del Parco Archeologico di Parre.
Gli “Incontri Tra/Montani” nascono nel 1990 da un incontro casuale fra associazioni culturali della Valle Camonica e della Val Trompia. Dalla constatazione di una scarsa comunicazione tra le valli e dalla lettura delle grandi difficoltà nelle quali la montagna si trova (esodo, interventi distruttivi, disoccupazione giovanile ecc.), nacque l’idea di un convegno annuale che cominciasse a creare una rete di relazioni non istituzionali fra gruppi operanti nelle Alpi italiane, svizzere, austriache, francesi con l’intento di favorire la reciproca conoscenza, la collaborazione, lo scambio di analisi e di possibili proposte.

“Nel termine “Tra/montani” c’è un doppio significato: la necessità dell’incontro e la coscienza del tramonto di una civiltà che è stata al centro dell’economia preindustriale poiché tutte le “macchine” medioevali necessitavano dell’energia prodotta dalla caduta dell’acqua”, spiega l’animatore della associazione, Giancarlo Maculotti.
Gli incontri di studio e riflessione sulle tematiche di interesse comune nelle località alpine si organizzano regolarmente dal 1990 e toccano argomenti di vario genere e località sempre diverse. Quest’anno, il focus sarà sulla valorizzazione dei siti archeologici alpini e appenninici.

Il Gruppo ITM al quale aderiscono permanentemente la Valle Camonica, le Valli Giudicarie, la Val di Sole, la Valtellina, la Val Seriana, la Val Cavallina, la Carnia, la Val Verzasca.
Nel programma, che si può scaricare integralmente a questo link , spiccano, tra le altre iniziative, la Conferenza di apertura, alle 21 di venerdì 17 settembre, “Siti archeologici montani iscritti nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’Unesco” a cura di Angela Maria Ferroni, del Ministero della Cultura e del Segretariato Generale Ufficio Unesco; gli interventi del sabato, come “Fra valli e vette: percorsi di valorizzazione dell’archeologia nell’area alpina sud-orientale2, di Franco Marzatico, Soprintendente per i Beni Culturali della Provincia Autonoma di Trento; “La valorizzazione dei siti archeologici montani in Lombardia, tra tradizione, pianificazione e pubblica fruizione”, con Raffaela Poggiani Keller, già Soprintendente per i Beni Archeologici della Lombardia, e Monica Abbiati, di Regione Lombardia; “Recupero, valorizzazione e musealizzazione di un ricovero austro-ungarico in caverna a Bormio-Monte Scorluzzo”, di Stefano Morosini, del Parco Nazionale dello Stelvio, e l’Escursione in Valle Camonica, sede del primo Sito Unesco italiano, in programma domenica, al termine dei lavori.

Gli Incontri Tra/Montani 2021, tutti al Pala Don Bosco di Via Roma, si svolgeranno nel rispetto delle norme anti Covid, per cui sarà necessario prenotarsi e dotarsi di green pass. All’ingresso saranno verificati sia prenotazione che possesso del certificato.
Il convegno del sabato sarà trasmesso in diretta facebook. 

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI