Quantcast
Moscato di Scanzo e Strachitunt: i due Consorzi s'incontrano ad Agritravel - BergamoNews
L'iniziativa

Moscato di Scanzo e Strachitunt: i due Consorzi s’incontrano ad Agritravel

L'appuntamento è domenica 19 settembre allo spazio della Camera di Commercio di Bergamo

Il Consorzio Tutela Moscato di Scanzo Docg e il Consorzio per la tutela dello Strachitunt Dop, due consorzi di tutela che rappresentano il valore dei territori di produzione e che nuovamente si incontreranno, questa volta ad AGRITRAVEL, domenica 19 settembre, alle 17 ospiti allo spazio della Camera di Commercio di Bergamo, l’appuntamento è ad ingresso libero fino ad esaurimento posti, vige l’obbligo del Green pass.

Durante l’evento i due consorzi si racconteranno, parlando delle loro specificità e della loro attività di tutela, grazie alla quale sono riusciti a valorizzare la storicità delle produzioni, la cultura dei due territori di cui sono diventati il simbolo, e il lavoro dei produttori, contribuendo a definire geografie umane, culturali, ed enogastronomiche di grandissimo valore. Moscato di Scanzo e Strachítunt rappresentano infatti i contesti territoriali nei quali vengono prodotti: la parte collinare della bassa Val Seriana e la Val Taleggio, piccola valle prealpina.

A seguire la dottoressa Sara Regonesi presenterà l’esito della ricerca che è confluita nella sua tesi di laurea: “Moscato di Scanzo DOCG e Strachítunt DOP: studio di abbinamento vino-formaggio. Espressione di un territorio”. Lo scopo della ricerca, che ha coinvolto i due consorzi, si è basata su un’indagine specifica dei singoli prodotti e dei possibili abbinamenti tra gli stessi, che si è svolta in due fasi: una prima fase di degustazioni in collaborazione con esperti del mondo enogastronomico e, successivamente, un secondo momento aperto al consumatore finale.

A conclusione dell’intervento di Sara Regonesi verranno fatti degustare gli abbinamenti di 3 Moscati di Scanzo DOCG, provenienti da cantine localizzate in almeno tre zone Cru del territorio del Comune di Scanzorosciate, dell’annata 2015, e 3 Strachítunt DOP, con diversi tempi di stagionatura: 50 giorni definito “in atto di divenire Strachítunt DOP”, 75 giorni e 90 giorni.

Un’altra occasione importante per i due consorzi bergamaschi di consolidare la collaborazione iniziata proprio con la ricerca della dottoressa Regonesi. Un’opportunità per continuare a comunicare all’unisono i principi e i valori che sostengono questi due enti.

L’evento è in collaborazione con La Strada del Vino Valcalepio e dei Sapori della Bergamasca.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI