Nella notte

Paralimpiadi Tokyo, nel lancio del disco arriva un altro bronzo per Oney Tapia

Ancora un terzo posto per l’atleta della Omero Runners Bergamo: “Dedicato alle mie figlie e alla mia famiglia”.

Si conclude con un bottino di due bronzi la paralimpiade di Tokyo di Oney Tapia.

L’italo-cubano di Sotto il Monte, già a medaglia nel getto del peso (con tanto di record personale), nella notte italiana tra mercoledì 1 e giovedì 2 settembre è sceso di nuovo in pedana nella sua specialità principale, il lancio del disco.

Una gara che ha ricalcato un po’ l’andamento di quella del getto del peso, se non altro per i protagonisti: l’azzurro, infatti, si è giocato la vittoria ancora con il brasiliano da Silva (oro) e con l’iraniano Olad (argento) che hanno chiuso rispettivamente in 43.16 e 40.60 metri.

Si è fermato invece a 39.52 il disco di Tapia che, nonostante in passato abbia dimostrato di avere nelle braccia prestazioni superiori ai 46 metri, al termine della gara è apparso comunque molto soddisfatto della sua prestazione e della sua trasferta in terra giapponese.

“Con 39.52 ci portiamo a casa un bel bronzo nel lancio del disco – ha commentato l’atleta della Omero Runners Bergamo – La mia paralimpiade si conclude così, con due medaglie che pesano molto. Dedico questa vittoria alle mie figlie, alla mia famiglia e a chi ha sempre creduto in me giorno dopo giorno. Non arrendersi mai, davanti a nulla!”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI