Quantcast
Ponte San Pietro, si accende la campagna: Facheris e Baraldi sfidano Macoli - BergamoNews
Verso il voto

Ponte San Pietro, si accende la campagna: Facheris e Baraldi sfidano Macoli

L'attuale vicesindaco appoggiato dal primo cittadino uscente dovrà superare la concorrenza delle "minoranze unite" e dell'ex sindaco.

Ponte San Pietro. Matteo Macoli, Michele Facheris e Valerio Baraldi: a meno di clamorose sorprese dell’ultima ora, che al momento non si scorgono all’orizzonte, saranno questi i tre candidati sindaci che si presenteranno all’appuntamento elettorale del 3-4 ottobre a Ponte San Pietro.

Il primo, 33 anni e attuale vicesindaco, guiderà la lista che rappresenta l’intero centrodestra (Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia, ai quali si aggiunge Civici Popolari): al suo fianco diverse conferme dell’amministrazione uscente come l’attuale sindaco Marzio Zirafa, capolista, l’assessore all’urbanistica, viabilità e attività produttive Mario Mangili, l’assessore al commercio, associazioni e pari opportunità Ivonne Maestroni, il consigliere delegato ai rapporti con il BIM Giordano Bolis, il consigliere delegato alla sicurezza Claudio Agazzi e il consigliere delegato ai servizi cimiteriali Cesare Rota.

A loro si aggiungono altri ex amministratori del passato come Giulio Valsecchi, ex direttore di banca e da tempo impegnato nell’ambito parrocchiale, sportivo e sociale di Locate, e Fabio Ratti, presidente della Polisportiva.

Completano la lista Barbara Bertoletti, imprenditrice; Elena Brocca, avvocato; Laura Magni, impiegata; Stefania Migliazza, avvocato; Alessandro Pelizzi, commercialista e consigliere della Fondazione Principessa Margherita; Vincenzo Singuaroli, ingegnere informatico e consigliere della Fondazione Casa di Riposo; Federico Tonon, studente universitario; e Simona Zeng, operatore sociale.

“Radicamento sul territorio e competenza – spiega Matteo Macoli – sono le caratteristiche della nostra squadra: abbiamo realizzato numerose opere dopo anni di immobilismo, di conseguenza abbiamo la credibilità per proporre nuovi progetti perché sappiamo come concretizzarli. Ma prima di tutto, a livello locale, contano le persone e lo stile: assicuriamo massima disponibilità e correttezza, senza arroganza e senza inseguire inutili polemiche personali o provocazioni che non portano alcun beneficio al paese”.

In cima alle priorità ci sono i capitoli opere pubbliche, rigenerazione urbana e ambiente: “Completare la grande riqualificazione dell’area ‘Ex Legler’ con tutte le opere interne ed esterne previste dalla convenzione Comune-Aruba; completare il rifacimento e ampliamento dell’illuminazione a led; interventi per continuare a vivere e proteggere il polmone verde dell’Isolotto; opere per rendere più scorrevole l’incrocio ‘Zecchetti’; messa in sicurezza del ponte stradale della Briantea sul fiume Brembo; pedonalizzazione di una porzione di Piazza della Libertà per creare uno spazio aggregativo e culturale; avvio dei cantieri per il raddoppio ferroviario Ponte-Bergamo con nuovi binari e sottopasso presso la stazione; interventi per migliorare la viabilità nei quartieri; ampliamento della videosorveglianza con nuove telecamere”.

Matteo Macoli sindaco

Primo sfidante è Michele Facheris, candidato sindaco della neonata lista “Tu per Ponte al Futuro”, nata dalla fusione tra due gruppi di minoranza, che già il 19 luglio scorso aveva inaugurato la propria sede elettorale a Locate: un appuntamento nel quale era stata manifestata la volontà di mettere in campo energia e passione,  “per affrontare e dare soluzione a quelle gravi carenze e problematiche che continuano a non trovare risposte: sul tavolo problemi irrisolti come l’Interscambio, la mancanza cronica di luoghi di aggregazione, le infrastrutture carenti, l’assenza di una politica abitativa rivolta alle fasce deboli della popolazione, e poi ancora il rispetto per l’ambiente, politiche locali a favore del lavoro e del commercio, attenzione e sostegno all’istruzione, e spazi sportivi fruibili a tutti”.

“Ponte San Pietro è un Comune multicentrico, con una frazione e più quartieri divisi tra loro da fiumi, strade ad alte percorrenza e ferrovie. Si creano micro realtà tra loro isolate. Serve fare comunità, superare le barriere reali e culturali e risolvere le fazioni – aveva sottolineato in quell’occasione Facheris -. Dobbiamo rinsaldare il connubio tra il cittadino e il suo territorio. Solo così la nostra città tornerà ad essere riferimento anche per i paesi limitrofi e per l’Isola Bergamasca”.

Ora è ufficiale anche la composizione della sua lista: Paola Colombi, 45 anni, laureata in Giurisprudenza e avvocato; Claudio Arrigoni, 56 anni, laureato in Economia e Commercio, imprenditore e consulente aziendale; Valeria Di Modugno, 30 anni, laureata in Medicina e medico chirurgo; Mirvjen Bedini, 45 anni, attestato di specializzazione elettricista per impianti civili, operaio metalmeccanico e consigliere comunale uscente; Flora Drago, 66 anni, diploma di Liceo Classico e in pensione; Marco Carissimi, 24 anni, laureato in Scienze Politiche e laureando in Relazioni Internazionali; Patrizia Farina, 28 anni, laureata in Infermieristica e infermiera; Giuseppe Casali, 61 anni, laureato in Sociologia e in pensione; Camilla Ghezzi, 56 anni, licenza media e artigiana; Michele Facchinetti, 30 anni, laureato in Giurisprudenza e mediatore civile e commerciale; Elisa Ravasio, 40 anni, laureata in Scienze dell’Educazione ed educatrice professionale; Massimiliano Frese, 51 anni, diploma perito elettrotecnico e impiegato; Valentina Suardi, 51 anni, licenza media e impiegata; Jacopo Masper, 30 anni, laureato in Scienze Politiche, impiegato e consigliere comunale uscente; Daniela Zappa, 59 anni, laureata in Economia e Commercio e professoressa; Dennis Salvetti, 30 anni, laureato in Giurisprudenza e impiegato.

tu x ponte al futuro

Chiude il quadro la lista capitana dall’ex sindaco Valerio Baraldi che, abbandonato il riferimento al proprio nome, si presenta come candidato della civica “Ponte nel cuore”, ancora in fase di costruzione.

Al momento, infatti, sono tredici su sedici i nomi ufficializzati: si tratta di Mario Brioschi, Andrea Battaglia, Danilo Rota, Paola Colavitto, Giuseppe Terlizzi, Stefano Cattaneo, Francesco Lazzari, Lucia Frigeni, Maurizio Gualandris, Roberto Poma, Mario Calcagno, Maurizio Plati e Katiuscia Rovesi.

“Entro il 3 settembre, come da norma, presenteremo la squadra completa e il programma elettorale – spiega Baraldi – Abbiamo cittadini comuni, commercianti, imprenditori. Nome e simbolo della nuova lista hanno un significato ben preciso: la volontà di unire i vari quartieri che compongono il nostro paese, unendo le due sponde divise dal fiume Brembo. I quartieri saranno al centro anche del nostro programma, sia a livello singolo che come visione di insieme. Particolare attenzione sarà riservata alla zona del Policlinico San Pietro, parte del villaggio Santa Maria ma per movimento e transito di persone una sorta di quartiere nel quartiere. Tra le nostre priorità ci saranno la sicurezza e il commercio: il centro storico sta perdendo la sua identità, tra chi ha già chiuso e chi cerca di sopravvivere, e il risultato è che non ci sono più negozi di vicinato. Noi vorremmo sostenerli con un tesoretto comunale, per riportare vivacità e aiutarli a ripartire dopo questo anno difficile. Infine, guardiamo anche alla sistemazione dei ponti lungo la Briantea e riportiamo al centro il sociale, la cui importanza è stata chiara a tutti durante questa pandemia”.

ponte nel cuore
Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI