Ultima chiamata

Sileri: “Se a metà settembre non avremo l’80% dei vaccinati penseremo all’obbligo”

Da settimane crescono le pressioni degli scienziati per l'obbligo del vaccino anti Covid

Pierpaolo Sileri, sottosegretario alla Salute, spiega la necessità di vaccinare il più possibile e non esclude una forma di obbligo. “Questa è l’ultima chiamata alle vaccinazioni. Se entro il 15 settembre non avremo superato la soglia dell’80% di popolazione che ha avviato il percorso di immunizzazione, dovremo valutare la possibilità di una forma di obbligo” afferma in una intervista a La Stampa.

Per quanto riguarda l’eventuale obbligo, aggiunge, “vediamo nelle prossime settimane quale soglia di vaccinazioni riusciremo a raggiungere, ma dai dati delle ospedalizzazioni, si potrebbero andare a toccare solo le fasce d’età che rischiano di più. Qualcuno ha parlato di over 50, ma io andrei a proteggere chi ha più di 40 anni. Non possiamo continuare a rallentare il lavoro ordinario degli ospedali. È assurdo pensare di dover lasciare ancora indietro tutti quei malati che non hanno il Covid, ma aspettano delle cure”.

Sileri ricorda anche che “quello dei due terzi era un obiettivo fissato in base alle caratteristiche del virus originario, ma con la variante Delta, che si è rivelata molto più contagiosa, dovremo salire all’80% della popolazione. Forse anche qualcosa di più“.

Ma da settimane crescono le pressioni degli scienziati per l’obbligo del vaccino anti Covid. Uno dei membri più ascoltati del Comitato tecnico scientifico, Sergio Abrignani, immunologo dell’Università Statale di Milano, lo ripete: “Siamo nel pieno di una emergenza sanitaria, l’unico modo per uscirne è prevedere l’obbligo vaccinale, perché serve a ridurre la circolazione del virus e a limitarne gli effetti negativi”.

Abrignani aggiunge sempre che si tratta di una sua posizione personale, ma ormai su questo tema le pressioni a fare di più sono molteplici. Ad esempio, anche un altro componente del Comitato tecnico scientifico, Fabio Ciciliano, invita a prendere in considerazione questa soluzione.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI