Quantcast
Caso Notebook, Paolo Rocca assolto da tutte le accuse - BergamoNews
Inchiesta argentina

Caso Notebook, Paolo Rocca assolto da tutte le accuse

Il giudice di primo grado ha affermato che il coinvolgimento dell'ad di Tenaris nel procedimento giudiziario non pregiudica in alcun modo il suo buon nome e onore.

Il presidente e amministratore delegato di Tenaris, Paolo Rocca, è stato assolto in primo grado dal tribunale argentino nell’ambito del caso Notebook, il maxi scandalo di corruzione.

Rocca – comunica in una nota il gruppo Tenaris – è stato assolto da tutte le accuse che gli erano state mosse. Nella sentenza, inoltre, il giudice di primo grado ha affermato che il coinvolgimento del ceo di Tenaris nel caso Notebook “non pregiudica in alcun modo il suo buon nome e il suo onore”.

La decisione del tribunale non è stata impugnata dal pubblico ministero o dall’unità governativa che persegue i reati economici (Uif).

La decisione si riferisce al rinvio a giudizio nel 2018 di Paolo Rocca in Argentina nella maxi inchiesta “Notebook” (“Cuadernos de la corrupcion) per corruzione. Il rinvio a giudizio era stato poi revocato nel 2019 dalla Corte d’Appello, in mancanza di elementi sufficienti per collegare l’operato del manager alle indagini.

La maxi inchiesta su casi di presunta corruzione aveva coinvolto anche la ex presidente, Cristina Fernandez e altri membri della sua famiglia.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI