Quantcast
Polemica a Valbrembo tra la squadra di calcio e il Comune: “Perché la priorità agli altri paesi?” - BergamoNews
Striscioni e proteste per il campo

Polemica a Valbrembo tra la squadra di calcio e il Comune: “Perché la priorità agli altri paesi?”

Il sindaco Claudio Ferrini: "Pretese poste in modo sbagliato e molto strumentalizzato. Un autogol”

Valbrembo. A Valbrembo si scatena la polemica tra il Comune e l’ASD Accademia Calcio, società sportiva nata nel 2014 dalla fusione del settore giovanile GSD Paladina Calcio e della società di puro settore giovanile Polisportiva dei Colli (Valbrembo). Il motivo, come si evince da alcuni striscioni affissi per protesta nel paese, consiste nel fatto che l’Accademia Calcio non ha avuto la priorità nell’utilizzo del campo comunale rispetto a squadre di altri paesi.

Nicholas Pagani, allenatore in seconda dell’Accademia Calcio, spiega: “Lo scorso anno si è deciso di creare la squadra di terza categoria dell’Accademia Calcio, che sarebbe la squadra ufficiale di Valbrembo. Il progetto è nato per dare la possibilità ai ragazzi del paese di continuare a coltivare la passione per il calcio senza doversi dividere in altre squadre o passare al calcio a 7 o a 5. Poiché fino all’anno scorso non esisteva la squadra locale, il campo di Valbrembo per le partite in calendario di domenica veniva dato in affitto in alternanza alle società di Paladina e Amici Mozzo. Essendoci delle convenzioni già in essere con durata biennale con le suddette società, lo scorso campionato la nostra squadra avrebbe dovuto giocare alle 18 con la promessa che da quest’anno – considerando che le convenzioni sarebbero scadute il 30 giugno – avremmo avuto la precedenza sulle altre realtà in quanto squadra del paese. Nonostante siano state avanzate richieste scritte, il Comune ha rinnovato le convenzioni con le società di Paladina e Amici Mozzo lasciando all’Accademia Calcio lo spazio dalle 19 alle 21, che risulta molto scomodo e, nel periodo invernale, pericoloso viste le condizioni del campo”.

“Non sappiamo il motivo per cui non siano state mantenute le promesse – prosegue Pagani – in quanto via e-mail ci sono state date motivazioni diverse. In una prima versione ci è stato detto che si trattava di una questione economica in quanto Paladina e Amici Mozzo pagano un affitto mentre Accademia Calcio no in quanto squadra del paese. A questa e-mail è stato risposto che anche Accademia Calcio avrebbe pagato l’affitto se ci fosse stato garantito l’orario standard delle partite dei dilettanti. In una seconda versione, invece, veniva comunicato che il campo è di tutti e non si volevano creare situazioni di utilizzo pressochè esclusivo da parte di chicchessia. Per capire meglio, io e i ragazzi dell’Accademia abbiamo chiesto un incontro con il sindaco e l’assessore allo sport che ci hanno riferito che non erano a conoscenza della nuova squadra fino allo scorso mese quando erano già state firmate le convenzioni: quello che vogliamo segnalare è che, nonostante siamo la squadra del paese, non abbiamo priorità nell’utilizzo del campo comunale a fronte di quelle esterne”.

striscioni valbrembo

Interpellato da Bergamonews, il sindaco Claudio Ferrini replica: “Le convenzioni vengono stipulate tra le società sportive e l’ufficio preposto del Comune mentre della parte organizzativa (orari, campo, spogliatoi ecc) si è sempre occupato direttamente il presidente dell’Accademia Calcio Walter Mazzoleni. Come ho già detto sia a voce sia per scritto attraverso comunicazioni inviate all’attenzione dell’ASD Accademia Calcio Valbrembo e del presidente Mazzoleni, l’amministrazione comunale ha sempre dato la disponibilità a ospitare nel centro sportivo la formazione di terza categoria dell’Accademia Calcio Valbrembo. E l’abbiamo invitata a individuare gli spazi temporali di cui aveva la necessità ovviamente tra gli orari e i giorni liberi da altri impegni”.

“La priorità all’Accademia Calcio – prosegue il primo cittadino – non è scritta da nessuna parte, ma vanno considerati anche altri aspetti. Innanzitutto, visto che il GSD Paladina Calcio e gli Amici Mozzo stanno giocando a Valbrembo da un po’ di anni e hanno stipulato convenzioni con il Comune, non possiamo comunicare all’ultimo momento che non avrebbero avuto la nostra disponibilità. Inoltre, fino adesso il Comune eroga all’Accademia un contributo di 2.700 euro per lo sviluppo dello sport oltre all’utilizzo gratuito dell’impianto mentre gli esterni pagano: a chi dice che il Comune preferisce i soldi alle persone rispondo che il centro sportivo costa a tutta la comunità – anche a chi non gioca a pallone – e la presenza di squadre che corrispondono risorse non va buttata via. Non è tutto: approfondendo la problematica relativa all’impegno del campo ho accertato che la nuova squadra dell’Accademia Calcio andrebbe in conflitto di orario con la formazione di Paladina per 5/6 partite nell’arco del campionato: in queste occasioni si potrebbero alternare disputando una gara in casa e l’altra in trasferta. Non siamo l’unico paese con diverse società sportive, basta che si accordino fra loro: non dovrebbe essere complicato dato che le due formazioni sono legate alla stessa società ed è il presidente dell’Accademia Calcio a occuparsi dell’armonizzazione degli orari”.

Infine, il sindaco Ferrini conclude: “Mi sembra che siano pretese poste in modo sbagliato e molto strumentalizzato, come si può pensare considerando che l’appuntamento con l’amministrazione è stato chiesto giorni dopo che una forza politica d’opposizione ha propagandato l’iniziativa con cui l’Accademia Calcio ha raccolto firme tramite una petizione, inviando una lettera al protocollo comunale ed esibendo, per di più, una missiva che l’amministrazione aveva indirizzato esclusivamente all’associazione. Aver appeso gli striscioni, comunque, è stato un notevole autogol perché prima avremmo potuto instaurare un dialogo mentre ora la porta è molto stretta”.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI