Il caso

Busta con proiettili al Papa nel Milanese, identificato il mittente

Nella busta ci sarebbero tre proiettili a pallini di tipo Flobert, calibro 9 millimetri accompagnati da una lettera scritta a penna, con calligrafia poco leggibile, indirizzata a "Il Papa - Città del Vaticano - piazza San Pietro in Roma".

I carabinieri di San Donato Milanese hanno sequestrato una busta con tre proiettili, indirizzata a Papa Francesco, trovata e segnalata dagli addetti delle Poste al Centro di Smistamento di Peschiera Borromeo, in provincia di Milano. Il plico ha francobollo francese.

Le indagini sono a carico del Nucleo investigativo del Comando provinciale di Milano.

Nella busta ci sarebbero tre proiettili a pallini di tipo Flobert, calibro 9 millimetri accompagnati da una lettera scritta a penna, con calligrafia poco leggibile, indirizzata a “Il Papa – Città del Vaticano – piazza S. Pietro in Roma”.

Il mittente è stato identificato: sarebbe un uomo già noto agli agenti di sicurezza del Vaticano, con i quali i carabinieri di Milano si stanno coordinando per valutarne il gesto e la pericolosità. L’uomo è conosciuto alla Forze dell’ordine perché già in passato avrebbe lettere in Vaticano. Nella busta sequestrata ci sarebbe stata anche una copia di un versamento da 10 euro.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI