Quantcast
Nove fogli di via e 2 daspo Willy: l'attività di prevenzione estiva della polizia - BergamoNews
Questura di bergamo

Nove fogli di via e 2 daspo Willy: l’attività di prevenzione estiva della polizia

In particolare, il questore Maurizio Auriemma ha valutato il grave episodio all’interno del Baretto di Selvino, ad opera di un cinquantenne italiano della provincia di Milano il quale, mediante l’uso di una pistola giocattolo priva del tappo rosso, ha minacciato e malmentato il titolare del locale

Nel corso del mese di luglio, la Divisione anticrimine della Questura di Bergamo – nell’ambito della quotidiana attività di analisi delle segnalazioni delle volanti dell’Ufficio prevenzione generale, del commissariato di Treviglio, della squadra mobile, nonché delle altre forze dell’ordine presenti sul territorio orobico – ha emesso 9 Fogli di via obbligatorio da Bergamo e da altri comuni, nonché 9 avvisi orali nei confronti di altrettanti soggetti pericolosi, per lo più stazionanti nella zona della stazione ferroviaria di Bregamo.

Adottati anche 2 “daspo Willy”, misura di prevenzione personale atipica di competenza dell’autorità provinciale di pubblica sicurezza, rientrante nella categoria dei “Divieti di accesso ad aree urbane”, la cui disciplina è stata modificata nel dicembre 2020 all’indomani dei tragici fatti che portarono all’omicidio del ventiduenne Willy Monteiro.

In particolare, il questore di Bergamo Maurizio Auriemma ha valutato il grave episodio verificatosi il 24 giugno scorso all’interno del Baretto di Selvino, ad opera di un cinquantenne italiano della provincia di Milano il quale, mediante l’uso di una pistola giocattolo priva del tappo rosso, ha minacciato e malmentato il titolare del locale, procurando un grave pericolo per la pubblica incolumità. Nell’immediatezza dei fatti, sull’autovettura del cinquantenne, i militari della stazione carabinieri di Selvino hanno rinvenuto altre due pistole giocattolo prive di tappo rosso e un coltello a serramanico. A seguito del provvedimento del questore, il denunciato – considerato socialmente pericoloso – non potrà avere accesso o stazionare nelle immediate vicinanze di esercizi o locali pubblici posti nel territorio del comune di Selvino, per un periodo di un anno, pena, in caso di accertata violazione, la reclusione da sei mesi a due anni e la multa da 8.000 e 20.000 euro.

Sempre nell’ambito dell’attività di prevenzione dei reati, la sezione autonoma Misure di prevenzione del tribunale di Brescia ha emesso, su proposta della Questura, la sorveglianza speciale con divieto di ritorno a Bergamo e provincia nei confronti di un pluripregiudicato italiano di 50 anni, evidenziatosi di recente per una serie di truffe, furti, tra cui numerosi pc ad un istituto scolastico bergamasco, e di incendi a cassonetti del centro cittadino. Per i prossimi due anni, l’uomo non potrà tornare in provincia di Bergamo, pena l’arresto immediato.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
Più informazioni
leggi anche
carabinieri sera notte
Carabinieri
Selvino, minaccia barista con pistola giocattolo: raffica di controlli sui possessori di armi
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI