Quantcast
Dalmine piange Ilaria Parimbelli: "La nostra guerriera ha perso la sua battaglia" - BergamoNews
L'addio

Dalmine piange Ilaria Parimbelli: “La nostra guerriera ha perso la sua battaglia”

Nel 2019, a 26 anni, era stata colpita da una encefalite herpetica che l'aveva resa disabile. Per due anni ha lottato con ottimi risultati, fino al triste epilogo di domenica. La mamma Sonia: "Grazie a chi ci è sempre stato vicino con le preghiere e con la solidarietà"

Dalmine. Ilaria Parimbelli non ce l’ha fatta. Dopo due anni di lotta la 28enne dalminese si è arresa: è morta domenica 1 agosto al Papa Giovanni di Bergamo, dov’era ricoverata da mercoledì 28 luglio.

A dare il triste annuncio è stata la madre della ragazza, Sonia Paradiso, con un post pubblicato su Facebook: “La nostra guerriera ha perso la sua battaglia, pertanto ora è la stella più brillante del paradiso”.

La storia di Ilaria Parimbelli era quella di una ragazza come tante, con tutti i sogni e i progetti che una giovane donna di 26 anni può avere. Invece, nel 2019, un’encefalite herpetica l’ha costretta a letto, improvvisamente disabile al cento per cento.

Ilaria e la sua famiglia però non si sono mai rassegnati a quel destino crudele e, sin dal primo giorno, hanno lottato: la ragazza, con la mamma Sonia, il papà Carlo e il fratello Federico sempre al suo fianco, ha saputo fare piccoli ma significativi progressi col lavoro diviso tra ospedali e centri di riabilitazione.

Quando Ilaria è stata dimessa dall’ospedale, nel 2020, l’intera famiglia si è trasferita in una nuova abitazione senza barriere architettoniche e ha acquistato un veicolo speciale per il trasporto di disabili. Ogni giorno in casa era un via vai di infermieri e fisioterapisti.

Per sostenere queste ingenti spese, la coppia dalminese aveva promosso una raccolta fondi sul sito gofundme.com, alla quale tantissime persone avevano deciso di fare una donazione.

Ilaria Parimbelli
Ilaria Parimbelli con la madre Sonia Paradiso

Ma quando il percorso di riabilitazione stava procedendo con risultati positivi, mercoledì 28 luglio l’episodio che ha poi portato al triste epilogo: una crisi epilettica ha fatto inalare involontariamente materiale alimentare a Ilaria, che è rimasta per diversi secondi senza respirare. L’intervento tempestivo della madre è servito a evitare il peggio, ma l’incidente ha segnato pesantemente la 28enne, che domenica è spirata al Papa Giovanni.

Ora Ilaria si trova nella chiesa parrocchiale di Brembo di Dalmine. In tanti stanno passando in queste ore per un ultimo saluto.

Martedì 3 agosto, alle 14.30, i funerali. La salma verrà poi trasportata per la cremazione al cimitero di Bergamo.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI