Quantcast
Coda fuori dalle farmacie per Green pass e tamponi: "Ma ancora niente vaccinazioni" - BergamoNews
La farmacista e consigliera ruzzini

Coda fuori dalle farmacie per Green pass e tamponi: “Ma ancora niente vaccinazioni”

"Le persone sotto i sessanta anni, i giovani e i giovanissimi, che chiedono di poter essere vaccinati devono aspettare: i primi appuntamenti disponibili sono a settembre, a Dalmine": lo sfogo e l'appello della consigliera del Pd e farmacista Oriana Ruzzini

Bergamo. Le 330 farmacie bergamasche sono al lavoro per fornire ai propri clienti la stampa del Green Pass: in particolare negli ultimi giorni in cui il premier Mario Draghi ha dichiarato che sarà obbligatorio per accedere a diversi luoghi, dai cinema ai ristoranti al chiuso.

Il servizio, svolto su base volontaria ha trovato l’adesione di quasi tutte le farmacie, come affermato a Bergamonews il presidente di Federfarma Bergamo Giovanni Petrosillo, che, secondo un rapido calcolo ha stimato che i colleghi abbiamo stampato tra i 30 e i 35mila Green Pass.

Oltre a questo servizio, le farmacie bergamasche garantiscono il tampone rapido. Ma ancora lontana è la possibilità di estendere a tutte il servizio di vaccinazione: attivo, in fase sperimentale, in solo due farmacie della provincia. La farmacia della Grumellina e la farmacia Antica Spezieria della Comunità di Martinengo.

Un tema su cui sta più volte insistendo la consigliera comunale del Pd e farmacista della Malpensata Oriana Ruzzini.

E, alla luce della grande affluenza alla farmacia di quartiere ha voluto lanciare un appello:  “Fuori dalla farmacia in questi giorni può capitare di vedere un po’ di persone in coda. Questo accade perché i servizi forniti in questo momento storico sono molteplici: stampiamo il green pass, gratuitamente; eseguiamo tamponi rapidi (solo per viaggi ed eventi, ricordiamolo. I sintomatici e i contatti dei positivi per il tampone devono contattare il medico di base), aiutiamo chi è in difficoltà a prenotare la vaccinazione.
Ci dispiace tuttavia che il servizio più prezioso, quello della vaccinazione, ancora non sia disponibile in farmacia, anche se ormai da mesi abbiamo superato i corsi del caso e siamo diventati farmacisti vaccinatori”.

“Regione Lombardia ha deciso di ingaggiare nella nostra provincia solo due farmacie e contemporaneamente di chiudere l’hub della Fiera. Gli over sessanta possono recarsi liberamente nei centri preposti e vaccinarsi, inoltre grazie alla collaborazione tra Ats e il Comune di Bergamo ci sono gli appuntamenti con l’unità mobile vaccinale nei quartieri. Ma le persone sotto i sessanta anni, i giovani e i giovanissimi, che chiedono di poter essere vaccinati devono aspettare: i primi appuntamenti disponibili sono a settembre, a Dalmine. Risulta ancora una volta incomprensibile questa mancanza di strategia: quando si dovrebbe accelerare la campagna vaccinale, in vista di settembre e della ripresa delle attività, invece, si rallenta”, ha concluso Ruzzini.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI