Quantcast
Ciclovia culturale Bergamo-Brescia: Regione Lombardia co-finanzia con 6 milioni - BergamoNews
Pronta nel 2023

Ciclovia culturale Bergamo-Brescia: Regione Lombardia co-finanzia con 6 milioni

Un ordine del giorno approvato oggi dal Consiglio regionale portato avanti dal Consigliere Regionale Niccolò Carretta di Azione e sottoscritto dai consiglieri della Lega, il capogruppo Roberto Anelli e il segretario dell’Ufficio di presidenza, Giovanni Malanchini.

Sei milioni di euro da parte di Regione Lombardia per cofinanziare la ciclovia culturale Bergamo-Brescia, in previsione di completamento per il 2023: è quanto chiede ufficialmente alla Giunta lombarda un ordine del giorno approvato oggi dal Consiglio regionale portato avanti dal Consigliere Regionale Niccolò Carretta di Azione e sottoscritto dai consiglieri della Lega, il capogruppo Roberto Anelli e il segretario dell’Ufficio di presidenza, Giovanni Malanchini.

Niccolò Carretta, il promotore bergamasco dell’iniziativa ha commentato: “Sono molto felice e orgoglioso del lavoro di squadra svolto dopo quel che ha vissuto la nostra città; ora anche Regione Lombardia ha deciso di contribuire ad un suo rilancio che, insieme a Brescia, potrà trainare tutta la Lombardia verso un nuovo inizio. Ringrazio i colleghi, in particolare la Consigliera Viviana Beccalossi, oltre che il Consigliere Giovanni Malanchini, il Consigliere Anelli, l’Assessore Terzi e gli Assessori Caparini e Galli per il lavoro bipartisan e bi-territoriale che abbiamo svolto insieme sulla Ciclovia. Gli anni che ci separano dal 2023 saranno sicuramente duri, ma anche grazie alla cultura, al turismo e alle capacità imprenditoriali del nostro territorio sono certo che sapremo rialzarci presto. Da oggi tutti insieme ancora più uniti per essere pronti all’appuntamento del 2023.”

“Il progetto della Ciclovia culturale è di importanza strategica per il rilancio del turismo lombardo in vista della ripartenza post Covid, ed è un percorso pensato per diventare il collegamento non solo ideale tra le due città che saranno le Capitali della Cultura 2023, ossia Bergamo e Brescia – spiegano i due consiglieri leghisti -. A partire dai tanti siti già patrimonio Unesco, come le mura venete di Bergamo e Santa Giulia e il Capitolium di Brescia, diventerà una linea simbolica e materiale di 75 chilometri, collegata per di più a un gran numero di piste ciclabili già esistenti, come quella dedicata a Felice Gimondi e inaugurata solo alcune settimane fa. Grazie a questo ordine del giorno che impegna la Giunta per 6 milioni di euro, il Consiglio regionale ha dato oggi un nuovo e concreto impulso a questo bellissimo progetto”.

Il percorso principale, di 75 chilometri, partirà da Bergamo per proseguire verso l’aeroporto di Caravaggio e Seriate, costeggiando il Serio, quindi passando a Brusaporto, Costa di Mezzate e Montello, Gorlago, Carobbio degli Angeli, Chiuduno, Grumello del Monte e Castelli Calepio, quindi sul lago d’Iseo a Sarnico per “sconfinare” infine a Paratico in provincia di Brescia, e da qui fino al centro storico del capoluogo.

Complessivamente attraverserà 34 borghi, 6 parchi regionali o di interesse sovracomunale e una riserva naturale, ossia le Torbiere del Sebino.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI