Quantcast
Piccoli frutti, grandi risultati: il progetto di inserimento lavorativo per richiedenti asilo o detenuti - BergamoNews
Bergamo

Piccoli frutti, grandi risultati: il progetto di inserimento lavorativo per richiedenti asilo o detenuti

Sostenuto per il secondo anno consecutivo da Fondazione UBI Banca Popolare di Bergamo in collaborazione con la Caritas

Bergamo. Fondazione UBI Banca Popolare di Bergamo rinnova, per il secondo anno consecutivo, il suo impegno a fianco di Caritas Diocesana Bergamasca stanziando un contributo di 25mila euro per sostenere un progetto di inserimento lavorativo.

L’iniziativa, in memoria di don Fausto Resmini, quest’anno finanzia “Berries: piccoli frutti per grandi risultati“, un progetto finalizzato all’inserimento lavorativo di sei ragazzi ospiti della comunità don Lorenzo Milani di Sorisole attraverso lo sviluppo di competenze in agricoltura, in particolare nella coltivazione e produzione di piccoli frutti presso la Cascina dell’Agro di via Correnti 26 a Bergamo.

I giovani, di età compresa tra i 16 e i 26 anni, provengono da situazioni di difficoltà o disagio sociale. Sono richiedenti asilo e detenuti italiani e stranieri sottoposti alla misura alternativa alla detenzione dell’affidamento in prova. Ai giovani sarà proposto un corso di 40 ore in cui riceveranno una formazione teoria e pratica per avvicinarsi alla coltivazione dei piccoli frutti; seguirà un tirocinio di almeno 80 ore mensili per tre mesi, con un rimborso spese mensile.

Ad almeno due tra i più interessati e meritevoli sarà proposto un contratto di apprendistato della durata di un anno. L’obiettivo di lungo termine è quello di coinvolgere altri giovani e di poter stipulare contratti a tempo determinato o indeterminato.

Il contributo stanziato dalla Fondazione UBI BPB in accordo con Caritas Diocesana Bergamasca è destinato ad una iniziativa della Fondazione don Fausto Resmini relativa alla realizzazione di un impianto per la coltivazione di piccoli frutti di circa 5.000 mq, necessario per avviare una produzione senza l’utilizzo di pesticidi o prodotti chimici e per proteggere i piccoli frutti da grandinate, temporali violenti e insetti nocivi.

Il progetto, che vede come partner la cooperativa sociale Il Mosaico e l’impresa sociale Coesi, si avvierà dopo l’estate e si concluderà il 31 dicembre 2022.

Cascina dell'Agro
La Cascina dell’Agro di via Correnti, a Bergamo

Nel 2020 l’attenzione della Fondazione era andata all’iniziativa “Doppio Zero, il pane buono due volte” (gestito dalla cooperativa sociale Il Mosaico e promosso dalla Fondazione Don Lorenzo Milani, ora intitolata a don Fausto Resmini) per l’avvio di un panificio con forno acquistato nel Comune di Lallio.

Armando Santus, presidente della Fondazione UBI Banca Popolare di Bergamo spiega: “Nel 2020 la Fondazione si è assunta un impegno annuale a fianco di Caritas Diocesana Bergamasca e Opera Diocesana Patronato San Vincenzo per ricordare don Fausto Resmini. Anche quest’anno prendiamo parte ad un progetto a favore dei soggetti di cui don Fausto si è preso cura per tutta la vita, non solo perché l’aiuto alle persone più vulnerabili è prioritario per la Fondazione, ma soprattutto perché anche il progetto dei piccoli frutti risponde pienamente a quei valori di concretezza, sostenibilità, legame col territorio che hanno fatto dell’opera della Chiesa di Bergamo e di don Resmini una risposta ai bisogni degli ultimi ed un’occasione di emancipazione non assistenzialistica, ma inclusiva e costruttiva”.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI