Quantcast
Avvia le pratiche per il matrimonio, ma doveva già essere espulso: scoperto e arrestato - BergamoNews
A dalmine

Avvia le pratiche per il matrimonio, ma doveva già essere espulso: scoperto e arrestato

Si tratta di un 30enne tunisino che aveva iniziato l'iter per sposare una 52enne di Dalmine: al controllo dei carabinieri ha reagito con calci e pugni.

Dalmine. Aveva avviato le pratiche di matrimonio, ma su di lui pendeva un provvedimento di espulsione: a scoprire il maldestro tentativo di un 30enne tunisino sono stati i carabinieri della stazione di Dalmine che in seguito a un controllo si sono imbattuti nei suoi precedenti penali.

Così i militari dell’Arma lo hanno arrestato giovedì mattina: lui, pluripregiudicato e irregolare sul territorio nazionale, si era recato all’Ufficio Anagrafe del Comune di Dalmine per avviare l’iter per contrarre matrimonio con una 52enne del posto.

A seguito del controllo da parte dei carabinieri, ha dato in escandescenza, aggredendoli con calci e pugni. È stato ammanettato con l’accusa di violenza e minaccia a pubblico ufficiale, reati per i quali ha risposto all’Autorità Giudiziaria nel processo di convalida di venerdì presso il Tribunale di Bergamo.

Già colpito per altra causa da misura cautelare dell’obbligo di dimora –per cui i militari proporranno aggravamento- al termine dell’udienza verrà poi accompagnato presso gli Uffici Immigrazione della Questura per gli adempimenti inerenti l’espulsione dal territorio nazionale.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI