Quantcast
Brescia: 195 anni fa il sensazionale ritrovamento della Vittoria Alata - BergamoNews
20 luglio 1826

Brescia: 195 anni fa il sensazionale ritrovamento della Vittoria Alata fotogallery

Le iniziative per la Vittoria Alata di Brescia. Una giornata di attività speciali per celebrare lo straordinario bronzo simbolo della città.

Il 20 luglio del 1826, 195 anni fa, in una intercapedine del Capitolium, durante gli scavi archeologici condotti nell’area dai membri dell’Ateneo di Scienze, Lettere e Arti di Brescia, fu fatto lo straordinario ritrovamento della Vittoria Alata. Probabilmente occultata, insieme a sei teste di età imperiale e a centinaia di altri reperti in bronzo, per preservarla da eventuali distruzioni, la scultura, oggi simbolo della città di Brescia, è una delle più straordinarie e importanti statue di epoca romana giunte fino a noi.

Amata da Giosuè Carducci che la celebrò nell’ode Alla Vittoria, ammirata da Gabriele d’Annunzio e da Napoleone III che ne vollero una copia, è possibile oggi ammirare la Vittoria Alata nella cella orientale del Capitolium, all’interno di Brixia. Parco archeologico di Brescia romana, in un allestimento museale progettato dall’architetto spagnolo Juan Navarro Baldeweg (Santander, 1939).

Dichiara Laura Castelletti, Vicesindaco e Assessore alla Cultura: “L’anniversario della scoperta della nostra Vittoria Alata, a 195 anni dal quel felicissimo giorno, ha un significato profondo per la nostra città e la nostra comunità. Quando all’epoca avvenne l’incredibile ritrovamento, Brescia scoprì con grande orgoglio di avere un remoto passato, importante e monumentale, che confermò la forza del senso di appartenenza, rafforzando i principi di coesione e speranza. Ancora oggi la Vittoria Alata conferma questi valori, a quasi 200 anni di distanza. Il progetto che abbiamo realizzato in questi ultimi mesi ha visto infatti una partecipazione estesa di cittadini, di pubblico e di privato, che riconoscono tutt’ora nella bellezza e nell’importanza del nostro patrimonio le preziose certezze della nostra città, oggi sempre più aggreganti e inclusive, riconosciute tali anche dall’Unesco”.

“Il progetto Vittoria Alata Brescia 2020”, interviene Francesca Bazoli, Presidente Fondazione Brescia Musei, “è partito circa due anni fa con l’idea di collocare la Vittoria Alata nel Tempio Capitolino, affidarne l’installazione a un grande architetto contemporaneo, sviluppare un linguaggio grafico ed espressivo forte e riconoscibile come quello di Paolo Tassinari, e poi approcciando all’archeologia in una logica di valorizzazione con il francobollo celebrativo, con la storia di Topolino, con la bottiglia del latte della Centrale del Latte di Brescia e oggi anche con le vele della prossima Centomiglia del Garda, ci fa capire quanto forte e potente sia il patrimonio nella costruzione della comunità. I nostri musei sono sempre più percepiti come dei costruttori di ponti con le realtà associative e con le altre compagini artistiche, si veda la programmazione del Teatro Romano all’aperto che coinvolge il Teatro Grande e il Centro Teatrale Bresciano, e sempre di più luoghi di inclusione nei quali i simboli di una comunità viva diventano i mediatori per valori alti e condivisi come l’inclusione, la democrazia, il rispetto, l’accessibilità. Tutti valori per i quali lavoriamo ed è per questo che la festa per i 195 anni del ritrovamento della Vittoria Alata non è solo una data sul calendario, ma è la memoria del riconoscimento di una collettività intorno a un simbolo che la sintetizza e le fa guardare al domani fiduciosa”.

Aggiunge Stefano Karadjov, Direttore Fondazione Brescia Musei: “La ricorrenza del ritrovamento della Vittoria Alata assume un valore strategico in quest’anno particolare poiché è la prima volta che questa giornata tradizionalmente dedicata alla festa per il ritrovamento e alle conseguenti aperture gratuite degli spazi espositivi e degli eventi celebrativi, si svolge dopo l’esecuzione del grande progetto di risemantizzazione a cui abbiamo sottoposto la nostra Vittoria Alata, traducendola in un simbolo di trasformazione, di vittoria, di innovazione, grazie a una lunga campagna di valorizzazione che ancora dà i suoi frutti più interessanti. Questo simbolo così inestricabilmente legato a Brescia sta progressivamente divenendo il nostro ambasciatore nei confronti della cultura contemporanea, si veda l’operazione Francesco Vezzoli, quanto nel rapporto con la cultura e la società vasta che sempre di più è portata a riconoscere, in questa meravigliosa testimonianza delle maestranze romane che ce l’hanno regalata, il simbolo di una strategia di valorizzazione culturale in cui il bene archeologico diventa potente messaggero grazie all’attualità dei tantissimi approcci a cui la sottoponiamo. È dunque con grandissima soddisfazione che quest’anno ospitiamo le vele della Centomiglia, realizziamo un bellissimo concerto con il teatro Grande e rinforziamo in questo modo il rapporto tra la città e la sua icona ormai in assoluto più riconoscibile”.

Per ricordare quello che fu il sensazionale ritrovamento della Vittoria Alata, Comune di Brescia e Fondazione Brescia Musei promuovono una giornata di festa con una serie di iniziative che si terranno martedì 20 luglio presso il Parco archeologico.

Ingresso gratuito al Parco archeologico
Innanzitutto l’ingresso all’intera area sarà gratuito a partire dalle ore 14.00 e con orario prolungato fino alle ore 22.00. L’accesso al Capitolium, dove è possibile ammirare la statua, è contingentato ed è pertanto necessario prenotare la propria fascia oraria d’ingresso tramite il sito bresciamusei.com.

Il laboratorio per famiglie “Omaggio alla Vittoria”
Per l’occasione, i Servizi educativi di Fondazione Brescia Musei hanno predisposto un nuovissimo laboratorio gratuito per famiglie con bambini dai 6 agli 11 anni. “Omaggio alla Vittoria” propone, partendo dalle opere che alcuni grandi artisti contemporanei hanno dedicato al celebre bronzo, di creare un nuovo personale omaggio lavorando sul tema della leggerezza del volo. Il ritrovo è alle ore 17.30 presso il Parco archeologico. Per prenotazioni è necessario contattare il CUP 030.2977833-834 – santagiulia@bresciamusei.com.

Il concerto
Il Teatro romano, che sta assumendo un ruolo sempre più centrale nella strategia della Fondazione tesa ad una sempre maggior valorizzazione del sito UNESCO, ospita il nono appuntamento del palinsesto di spettacoli che quest’estate per la prima volta si svolgono in modo organico nella sua splendida cornice, grazie alla collaborazione con la Fondazione Teatro Grande di Brescia e il Centro Teatrale Bresciano.
Alle ore 19.30, l’Ensemble del Teatro Grande si esibirà in quartetto con Marco Mandolini e Daniele Richiedei al violino, Joël Imperial alla viola, Sandro Laffranchini al violoncello e Andrea Rebaudengo al pianoforte, proponendo al pubblico Miti per violino e pianoforte di Karol Szymanowski (Le fontane di Aretusa, Narciso, Driadi e Pan) e Quartetto dorico di Ottorino Respighi.
I biglietti sono disponibili in prevendita sui siti teatrogrande.it o vivaticket.com.

La Persico 69F “la barca che vola” con le ali della Vittoria
Grazie alla collaborazione fra Comune di Brescia, Fondazione Brescia Musei, Camera di Commercio di Brescia, Visit Brescia e il Circolo Vela di Gargnano, nata con l’idea di unire simbolicamente lo sport e la cultura, i visitatori avranno l’occasione di ammirare in questa giornata la barca Persico 69F, “la barca che vola” che parteciperà alla Centomiglia 2021 e che sarà per questa edizione targata straordinariamente con le ali della Vittoria Alata.
La Persico 69F è un monotipo volante, dotato di foil, la nuova frontiera della vela. Si tratta di una barca piuttosto semplice e per tutti, avendo un minimo di doti atletiche e di cultura velica. A bordo si sale in tre. È stata disegnata dagli argentini Wilson-Marquinez e dall’olimpionico Santiago Lange, fenomeno del Nacra17, oro ai Giochi di Rio de Janeiro a 54 anni. Le regate durano dai 15 ai 25 minuti, sono concepite su 12 percorsi, con boe guidate dai droni e da una app che le sposta. Le barche posso raggiungere in certe andature anche i 35 nodi di velocità, circa 70 km/h. Il Circolo Vela Gargnano è l’unico Club lombardo ad aver ospitato lo sviluppo dell’imbarcazione, una delle tappe del circuito 2020. Ad agosto 2021 ospiterà una tappa della Youth gold Foiling cup.

“Il Circolo Vela Gargnano”, dichiara Lorenzo Tonini, Presidente Circolo Vela Gargnano, “ha accettato subito l’ennesima “sfida” che consentirà al pubblico di ammirare e toccare con mano, nel centro storico di Brescia ed in un contesto unico dato anche dalla presenza della Vittoria Alata, le “barche volanti” prima delle sfide sull’acqua di fine agosto ed inizio settembre quando, sabato 4, si disputerà la 71ª Centomiglia del Garda.”

Nel corso della mattinata, si terrà infatti presso l’Auditorium di Santa Giulia la conferenza stampa ufficiale di presentazione della 71ª Centomiglia del Garda, che vedrà un momento di cerimonia importante: la consegna di una targa di riconoscimento a Patrizio Bertelli, “interprete delle sfide e dell’innovazione in occasione delle celebrazioni della Vittoria alata di Brescia”, da parte di Comune di Brescia, Fondazione Brescia Musei, Camera di Commercio di Brescia, Visit Brescia e Circolo Vela Gargnano. La targa è stata progettata dello studio Tassinari/Vetta, ed è realizzata in bronzo dall’azienda bresciana Metallurgica Bugatti Filippo Srl.

Palcoscenici archeologici. Interventi curatoriali di Francesco Vezzoli
La visita al Parco archeologico si presenta anche come l’occasione per vedere Palcoscenici archeologici. Interventi curatoriali di Francesco Vezzoli, il progetto site-specific dell’artista bresciano, tra gli autori italiani più conosciuti e apprezzati nel panorama internazionale. Gli interventi curatoriali di Francesco Vezzoli si snodano attraverso Brixia. Parco archeologico di Brescia Romana, dove si trova la Vittoria Alata, e del Complesso museale di Santa Giulia. Il percorso parte dalla terrazza e dalle prime due celle del Capitolium, proseguendo nel Santuario Repubblicano, fino a giungere nel Teatro Romano, per poi passare alla cappella di Sant’Obizio della Basilica di San Salvatore, nelle Domus dell’Ortaglia e lungo la sezione romana del museo, interessando gli spazi più significativi del sito Unesco di Brescia, iscritto nella World Heritage List dal 2011 nel sito seriale “I Longobardi in Italia i Luoghi del potere (568-774 d. C.)”. Per questa giornata di festa, le opere Nike Metafisica e Ritratto di Sophia Loren come musa dell’antichità (da Giorgio de Chirico) saranno oggetto di una specifica illuminazione che le renderà suggestivamente visibili anche in orario notturno.

2020/2021 – Un biennio di iniziative per la Vittoria Alata
Nel corso del biennio 2020/2021, prima e dopo il ritorno della Vittoria alata a Brescia, il calendario di iniziative promosse da Comune di Brescia e Fondazione Brescia Musei è stato ricco e articolato e ha alimentato in modo continuo il dialogo tra il patrimonio storico e la contemporaneità. A partire da Juan Navarro Baldeweg. Architettura, pittura, scultura. In un campo di energia e processo, la retrospettiva dedicata all’architetto che ha progettato l’allestimento della cella del Capitolium che ospita la statua (Museo di Santa Giulia, 18 settembre 2020 – 5 aprile 2021); Incancellabile Vittoria, l’installazione monumentale di Emilio Isgrò alla fermata “Stazione FS” della Metropolitana di Brescia, grande circa 200 mq, composta da 205 pannelli di fibrocemento fresati, il cui soggetto presenta la sagoma della Vittoria Alata che si eleva dalle cancellature tipiche della sua cifra espressiva più caratteristica dell’artista (dal 27 ottobre 2020); la storia a fumetti Topolino e l’avventura della Minni Alata, pubblicata in Topolino numero 3391 (in edicola il 18 novembre 2020); La Vittoria Alata per il nuovo Capitolium, la presentazione dell’allestimento e l’apertura al pubblico della cella orientale del Tempio Capitolino (dal 17 dicembre 2020) con l’emissione del francobollo appartenente alla serie tematica “Il patrimonio artistico e culturale italiano” recante l’immagine stilizzata della statua firmata Tassinari/Vetta (21 novembre 2020); le mostre attualmente in corso Alfred Seiland. Imperium Romanum. Fotografie 2005-2020 (Museo di Santa Giulia, dall’8 maggio al 17 ottobre 2021) e Palcoscenici archeologici. Interventi curatoriali di Francesco Vezzoli (Parco archeologico e Museo di Santa Giulia, dall’11 giugno 2021 al 9 gennaio 2022); Calma Musa Immortale, lo spettacolo teatrale itinerante realizzato dal Centro Teatrale Bresciano in collaborazione con Fondazione Brescia Musei (Museo di Santa Giulia e Parco archeologico, dal 18 al 27 giugno 2021).

I prodotti editoriali per la Vittoria Alata
Durante il biennio dedicato alla Vittoria Alata, sono state numerose e diversificate le pubblicazioni realizzate: a partire dagli atti del convegno Il restauro dei grandi bronzi archeologici. Laboratorio aperto per la Vittoria Alata di Brescia, a cura di Francesca Morandini e Anna Patera, Firenze, 27-28 Maggio 2019, Editore: Edifir Edizioni Firenze; La Vittoria Alata. Non ho visto nulla di più bello, a cura di Francesca Morandini e Anna Patera, edito da Skira; i cataloghi delle mostre Juan Navarro Baldeweg. Architettura, Pittura, Scultura, a cura di Pierre Alain Croset e Alfred Seiland. Imperium Romanum. Fotografie 2005-2020, a cura di Filippo Maggia e Francesca Morandini editi da Skira; il saggio Vittoria d’autore. Gli scrittori e la dea alata di Marco Roncalli, Editore: Scholé – Editrice Morcelliana, Collana Orso blu; la guida artistica Brixia. Parco archeologico di Brescia romana, a cura di Francesca Morandini con testi di Antonio Dell’Acqua, Francesco Franzoni, Francesca Morandini, Anna Patera, Editore: Skira editore; il fumetto Topolino e l’avventura della Minni Alata, Settimanale Topolino numero 3391 Editore: Panini Comics.

L’identità visiva studiata per la comunicazione di tutti i progetti culturali è stata realizzata dallo studio Tassinari/Vetta: un linguaggio visuale che ci sta accompagnando in questi anni di celebrazioni ed eventi, sempre riconoscibile, in composizioni dove tipografia e iconografia collaborano.

bresciamusei.com
vittorialatabrescia.it

CUP Centro Unico Prenotazioni
Tel.030.2977833 – 834
email: santagiulia@bresciamusei.com

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI