Quantcast
Bergamo e lo sblocco dei licenziamenti: "Soluzione poco soddisfacente" - BergamoNews
Lavoro

Bergamo e lo sblocco dei licenziamenti: “Soluzione poco soddisfacente”

Francesco Corna, segretario generale Cisl: “Importante mantenere adeguati sostegni sociali"

“La soluzione del governo ci soddisfa a metà. Per noi era necessario mantenere il blocco dei licenziamenti, almeno fino a quando non fosse certa la ripartenza economica e la chiusura degli aspetti sanitari della pandemia. Ci tranquillizza almeno averlo mantenuto per i settori in crisi. Diventa a questo punto sempre più necessaria la riforma degli ammortizzatori sociali e delle politiche attive del lavoro”.

Francesco Corna, segretario generale Cisl Bergamo, commenta così la decisione del Governo Draghi di sospendere il blocco dei licenziamenti, che decadrà dall’1 luglio. Il provvedimento che impediva alle aziende di licenziare a causa della crisi economica derivata dalla pandemia di Covid resterà in vigore solo per i settori del tessile, calzaturiero, pelletteria e moda.

“A Bergamo, il sistema produttivo presenta ancora molte luci e ombre: se buona parte del manifatturiero ha tenuto bene anche durante i periodi peggiori della crisi Covid, e ora è ripartito su livelli che avvicinano gli standard del 2019 – dice Corna – settori come il turismo, la ristorazione e le fiere soffrono ancora. Da qui la necessità di mettere in campo politiche utili che permettano a lavoratori che perdono l’occupazione di formarsi e trovare velocemente alternative”.

Sulle ricadute locali dello sblocco dei licenziamenti, Corna non è catastrofista: “Da noi i numeri non saranno eccessivi – spiega -, ma questo non ci deve esimere dal preoccuparci di quanti vivranno una situazione comunque drammatica. Chi aveva contratti a termine o saltuari ha avuto problemi. Queste persone andavano tutelate più degli altri. Ora, tutti insieme diamoci da fare soprattutto per i più deboli: gli ultimi dati Istati – conclude – ci hanno detto che le famiglie con figli al nord rischiano di più di cadere nella povertà: sarà importante riuscire a mantenere adeguati sostegni sociali”.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI