Quantcast
Artigiani e commercianti: spostata la data del primo acconto: chi riguarda - BergamoNews

Fisco Facile

Fisco facile

Artigiani e commercianti: spostata la data del primo acconto: chi riguarda

Il differimento, sino a nuova comunicazione, del termine di versamento del primo acconto 2021 della contribuzione dovuta dagli iscritti alla Gestione speciale Inps Artigiani e commercianti, nonché dagli iscritti alla gestione separata

Con il messaggio n. 2418 del giorno 25 giugno 2021, l’INPS ha reso noto, dopo aver ricevuto il nulla osta da parte del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, il differimento, sino a nuova comunicazione, del termine di versamento del primo acconto 2021 della contribuzione dovuta dagli iscritti alla Gestione speciale Inps Artigiani e commercianti, nonché dagli iscritti alla gestione separata che producono reddito di lavoro autonomo, interessati dall’esonero contributivo per l’anno 2021 dalla Legge di bilancio L. 178/2020.

Lo stesso messaggio prevede ulteriori differimenti di versamenti già scaduti o che sono in scadenza, integrando quanto già precedentemente comunicato con il messaggio n. 2263.

Sono infatti differiti anche i termini di versamento dei lavoratori autonomi in agricoltura interessati dall’esonero ex L. 178/2020 e dagli esoneri introdotti dal DL 137/2020 e dal DL 73/2021 in favore delle filiere agricole, della pesca e dell’acquacoltura e delle aziende produttrici di vino e birra, per i mesi di novembre e dicembre 2020, oltre che gennaio e febbraio 2021. Si sottolinea che tali esoneri valgono sia per i lavoratori autonomi che per le aziende.

Nello specifico, il differimento previsto dall’Inps riguarda:

1. Il quarto trimestre 2020 per le aziende che versano la contribuzione agricola unificata, già scaduta il 16 giugno 2021;

2. La quarta rata per i lavoratori autonomi in agricoltura, scaduta il 16 gennaio 2021 e già precedentemente differita al 16 febbraio 2021;

3. I versamenti che hanno scadenza 16 dicembre, 16 gennaio e 16 febbraio 2021 per le aziende agricole che versano mensilmente;

4. I versamenti scadenti di febbraio 2021, scaduti il 16 marzo 2021, per i soggetti interessati dall’esonero previsto dal DL 73/2020 (Sostegni bis);

5. La prima rata dei contributi dovuti dai lavoratori autonomi in agricoltura, con scadenza fissata per il giorno 16 luglio 2021.

A oggi non è stato invece previsto alcun differimento per il saldo 2020 per i soggetti iscritti alla gestione Inps Artigiani e commercianti e per i professionisti iscritti alla gestione separata, la cui scadenza rimane fissata per il giorno 30 giugno 2021.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI