Quantcast
Atalantini a Euro 2020, brillano le stelle di Gosens e Miranchuk: esordio per gli azzurri Toloi-Pessina - BergamoNews
Top & flop

Atalantini a Euro 2020, brillano le stelle di Gosens e Miranchuk: esordio per gli azzurri Toloi-Pessina

Seconda giornata positiva per quasi tutti i 9 nerazzurri: il russo e il tedesco sono Mvp delle rispettive partite, Mæhle tra i migliori della Danimarca nonostante il ko col Belgio.

“Aaaaah come gioca Robin Gosens” avrebbe esclamato il compianto Maurizio Mosca.

Dopo l’esordio positivo (nonostante la sconfitta della sua Germania) contro la Francia campione del mondo, il tedesco si regala una partita da migliore in campo contro il Portogallo campione d’Europa in carica: un gol spettacolare in sforbiciata poi annullato dal Var, “l’assist” per l’autogol di Ruben Dias e quello vero per la rete di Havertz.

E infine il meritatissimo sigillo personale, ciliegina sulla torta di una prestazione monstre che ha dimostrato a tutto il mondo che il numero 8 atalantino arrivato 4 anni fa in punta di piedi dall’Heracles Almelo oggi è uno degli esterni più decisivi del pianeta.

Tenerlo a Bergamo, dopo questo Europeo, sarà ancora più dura ma chiunque voglia venire a prenderselo dovrà portare in valigia tanti, tanti, davvero tanti milioni.

È sicuramente lui il migliore della seconda giornata di Euro 2020 tra i calciatori dell’Atalanta, in linea generale abbastanza positiva per tutti.

Fanno eccezione solo Pasalic e Freuler: il primo è rimasto a guardare nel pareggio dei suoi contro la Repubblica Ceca e sembra un po’ fuori dalle rotazioni del ct croato che finora gli ha concesso solo cinque minuti nel match d’esordio; il secondo, irriconoscibile in maglia Svizzera, ha passato momenti migliori e si è visto stritolare dalla pressione e dal palleggio del centrocampo dell’Italia.

Italia nella quale hanno fatto il loro esordio Rafael Toloi e Matteo Pessina, entrati in campo a risultato già acquisito.

L’italobrasiliano, smaltita la delusione del non essere partito titolare, nei venti minuti a sua disposizione ha però fatto in tempo ad entrare in modo decisivo nell’azione del 3-0: recupero palla altissimo sulla trequarti avversaria in pieno stile Atalanta e subito attacco dell’area di rigore, che ha regalato a Immobile lo spazio necessario per battere a rete.

Un paio di minuti prima del gol era entrato anche l’ex Hellas Verona, al posto del “man of the match” Manuel Locatelli che a Zingonia ha mosso i primi passi da calciatore.

Sconfitto, ma tra i migliori dei suoi, Joakim Mæhle: la Danimarca era partita fortissimo contro il Belgio, soprattutto grazie alla sua intraprendenza sulla sinistra. Attento in copertura e propositivo in avanti: per 45 minuti ha tenuto in costante apprensione la retroguardia dei Diavoli Rossi, calando poi nella ripresa insieme a tutta la squadra che obiettivamente non avrebbe potuto mantenere quel ritmo.

Si rialza, dopo la sconfitta all’esordio, anche la Russia di Aleksej Miranchuk, questa volta in campo dal primo minuto e autore della rete che ha deciso la partita contro la Finlandia. Una sorta di dejà-vu per i tifosi atalantini, perché quello slalom nello stretto e sinistro a giro da fermo che si infila nell’angolino alto è clamorosamente simile alla prima rete in maglia nerazzurra in Champions contro il Midtjylland. Un capolavoro che gli è valso anche il trofeo di Mvp e che lo ha consegnato agli annali nerazzurri: prima di lui l’ultimo giocatore a segnare in un Mondiale o un Europeo era stato Claudio Paul Caniggia a Italia ‘90.

Nel gruppo C vola l’Olanda di Marten de Roon, ancora titolare e fondamentale equilibratore nello schieramento di De Boer: con il successo sull’Austria gli Orange si sono già assicurati il passaggio agli ottavi da primi del girone.

Successo, infine, anche per Ruslan Malinovskij, motore dell’Ucraina che nel finale di partita si è però visto respingere un calcio di rigore che lui stesso si era guadagnato: un errore che non ha influito sul risultato finale e nemmeno sulla sua prestazione, comunque più che sufficiente.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI