Quantcast
Foppolo e la centralina al Lago delle Trote: il 'no' della Soprintendenza, chiesti altri documenti - BergamoNews
Alta valle brembana

Foppolo e la centralina al Lago delle Trote: il ‘no’ della Soprintendenza, chiesti altri documenti

Un parere negativo - fanno sapere dal Comune - al quale si aggiungono i dubbi espressi dal Parco delle Orobie, anche se è la Provincia di Bergamo l'ente chiamato a rilasciare l'eventuale autorizzazione definitiva

Sul progetto di un’altra centralina idroelettica – questa volta al bacino del Lago delle Trote di Foppolo – arriva il primo parere negativo dopo la Conferenza dei Servizi del 12 giugno: quello espresso dalla Soprintendenza, che alla società privata che intende realizzare il progetto ha chiesto della documentazione integrativa e la possibilità di fissare un sopralluogo.

Un parere negativo – fanno sapere dal Comune di Foppolo – al quale si aggiungono i dubbi espressi dal Parco delle Orobie, anche se è la Provincia di Bergamo l’ente chiamato a rilasciare un’eventuale autorizzazione definitiva al progetto.

A rendere noto il caso e prendere posizione era stata la lista d’opposizione “Valorizziamo Foppolo”: secondo i suoi esponenti, l’opera determinerebbe “l’alterazione del normale decorso del torrente, in pieno Parco delle Orobie a 2.100 metri in un contesto ad elevatissima naturalità, di grande qualità paesaggistica e di particolare valore turistico”.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it