Bergamo, quest'estate i giovani tornano protagonisti. Finalmente! - BergamoNews
I progetti

Bergamo, quest’estate i giovani tornano protagonisti. Finalmente!

L’estate delle e dei giovani bergamaschi è animata da un vasto ventaglio di opportunità, tra sperimentazioni e progetti storici. L’auspicio è quello che tutte e tutti i giovani cittadini trovino la loro dimensione per un’estate 2021 che li renda i protagonisti della città.

Le Politiche per i Giovani del Comune di Bergamo non si sono mai fermate. Con l’arrivo dell’estate i progetti prendono forma grazie a molte novità e alcuni progetti storici.

“In questi due anni segnati dalla pandemia – spiega Loredana Poli, Assessora alle Politiche per i Giovani – lo staff del Servizio Giovani del Comune di Bergamo non ha mai smesso di essere in contatto con i e le giovani della città, trovando nuovi strumenti educativi e inventando opportunità per l’accrescimento personale. L’estate è da sempre il momento in cui le occasioni di incontro sono maggiori, da giugno a settembre abbiamo progettato un calendario ricco di momenti di scambio e svago in cui le ragazze e i ragazzi della città, dai preadolescenti ai giovani adulti, potranno cimentarsi diventando le protagoniste e i protagonisti di un’estate da densa di emozioni”.

Restyling sito e blog

Giovani.bg.it è il sito delle Politiche per i Giovani del Comune di Bergamo. La veste grafica era stata aggiornata un paio di anni fa ma, in un mondo veloce come quello in cui vivono i e le giovani e dove le cose cambiano rapidamente, Bergamo per i Giovani non poteva che stare al passo. Nel sito si trovano, come sempre, le notizie sulle attività, sui nostri progetti, sul network degli spazi giovanili. Ma ora c’è di più: ha preso vita un nuovo canale di informazioni e approfondimento, il blog Voci urbane.

Un luogo in cui una realtà complessa, come le Politiche per i Giovani del Comune di Bergamo, si racconta e in cui si possano raccogliere le impressioni di chi, a vario titolo, frequenta i progetti, gli spazi e divide con le politiche giovanili un pezzo di vita quotidiana. Voci urbane è una finestra su quello che succede dietro le quinte del Servizio Giovani del Comune di Bergamo, che racconta le esperienze raccolte giorno per giorno dai ragazzi e delle ragazze che ne fanno parte.

Questo blog è uno strumento importante con il quale si vuole coltivare e rafforzare le relazioni con tutte le cittadine e i cittadini che hanno voglia di dialogare con l’Amministrazione comunale sulle tematiche giovanili.

Podcast

Un altro importante strumento di comunicazione, che ha preso piede recentemente, è il podcast. Dalle e dai giovani con dialogano le politiche giovanili è emersa la volontà di sperimentarsi con nuove forme di protagonismo e comunicazione. Così è nato il canale Podcast di Bergamo per i Giovani, un contenitore capace di accogliere la voce dei e delle giovani che si cimentano in un canale di divulgazione, grazie a un lavoro redazionale e una forte dimensione collettiva. Il podcasting ha permesso ai ragazzi e alle ragazze di acquisire competenze trasversali, dal lavoro di gruppo, all’organizzazione delle ricerche, passando per la gestione di canali social non più come vetrina personale, ma come mezzo di divulgazione pubblico. Grazie alla magia del microfono e alla potenza della trasmissione della propria voce, abbiamo accompagnato due gruppi alla creazione delle loro trasmissioni.

Studentesse e studenti del Liceo Lussana e del Liceo Sarpi hanno creato le loro redazioni portando alla luce rispettivamente Portarti Live e Sarcast, le loro trasmissioni sono giunte alla messa online di ben 9 episodi complessivi.

E se i e le giovani si mettono in gioco, noi non potevamo fare altrimenti: Nuove Frequenze è infatti, la nostra trasmissione, quella in cui le politiche per i Giovani del Comune di Bergamo si raccontano in prima persona. Tutte le trasmissioni sono disponibili sul canale spreaker bit.ly/podcast_BGgiovani.

Progettazione estiva spazi giovanili di quartiere

Da anni i quattro spazi giovanili a vocazione territoriale sono un punto di riferimento per chi vive i quartieri di Boccaleone, Celadina, Grumello del Piano e Monterosso. Durante i mesi di lockdown le educatrici e gli educatori sono stati sempre presenti grazie a Close(d) to you, il calendario di attività on-line, dedicato a preadolescenti e adolescenti della città.

Con l’arrivo dell’estate si torna a lavorare in presenza, con una serie di proposte per i ragazzi e le ragazze della città, che si collocano nell’insieme delle attività ludico ricreative del ‘Patto educativo per le attività estive ESTATE INSIEME 2021’ del Comune di Bergamo.

Le educatrici e gli educatori saranno impegnati su diversi fronti grazie ad alcune collaborazioni strategiche: con gli istituti comprensivi nei quali, dal 14 al 25 giugno, i e le giovani delle secondarie di primo grado prenderanno parte al Piano estate ovvero attività laboratoriali e di sviluppo delle competenze didattiche; con gli oratori, dal 21 giugno al 16 luglio, offrendo momenti di svago grazie ad attività educative nelle quali la creatività e l’espressività diventano mezzi per l’accrescimento personale. Non mancheranno momenti ideati con le associazioni presenti sui territori, due su tutte Teatro Caverna e il Centro Giovanile Virescit con i quali collaboreremo per laboratori sportivi e di gioco.

Inoltre, nel corso dell’estate le educatrici e gli educatori saranno presenti nei parchi, nelle piazze e in luoghi di aggregazione informale, dove creeranno per i e le preadolescenti e adolescenti attività nel tardo pomeriggio. Interessante in questo contesto sarà la collaborazione con le studentesse e gli studenti della redazione del podcast del Liceo Lussana, che affiancheranno le Politiche per i Giovani in un’ottica di peer education proponendo la realizzazione di alcune interviste.

BG+

A proposito di collaborazioni, preziosa è quella con il Centro Servizi del Volontariato Bergamo grazie alla quale quest’estate sarà più emozionante che mai! La formula di BG+2021 è semplice: si sceglie l’area che più interessa e ci si prepara a vivere un’esperienza piena di stimoli. Nato da un’intuizione degli operatori e delle operatrici degli spazi giovanili di quartiere, Bg+ è diventato oggi un ricco cartellone di proposte di volontariato suddiviso in diverse aree tematiche: attività a sostegno degli anziani, supporto alla realizzazione di eventi, attività ambientali e culturali, laboratori con bambini e ragazzi, ma anche azioni a sostegno dei mondi della fragilità, della disabilità e dell’intercultura. Le 35 proposte sono rivolte a tutte le giovani e tutti i giovani, tra i 15 e i 25 anni, residenti in Bergamo e provincia e sono differenziate tra maggiorenni e minorenni.

“Tutte le emozioni del volontariato” è lo slogan di quest’anno, per sottolineare la grande voglia che i ragazzi e le ragazze hanno di mettersi in gioco dopo un periodo di distanziamento sociale dove i sentimenti e gli scambi empatici sono stati messi in pausa o delegati ad uno schermo.

La novità 2021 di BG+ è la creazione di un’app con cui le ragazze e i ragazzi partecipanti potranno documentare l’esperienza, testando e migliorando il livello delle proprie competenze informali e di quelle che apprenderanno durante il periodo di volontariato.

Nuovi Suoni Live

Altro progetto storico delle Politiche per i Giovani comunali è Nuovi Suoni Live, il concorso per artisti e artiste singoli e band che intende promuovere la scena musicale giovanile bergamasca, valorizzando la dimensione live.

Il concorso nell’edizione 2021 giunge alle 19esima edizione ed è in formato small, sia per quanto riguarda la durata delle esibizioni, che per il montepremi finale. Nonostante l’edizione small, abbiamo ricevuto 21 candidature! Nuovi Suoni Live è rinomato nella bergamasca grazie ad alcuni dei vincitori delle ultime edizioni, che da qui sono partiti e ora sono gruppi affermati, due su tutti i Pinguini Tattici Nucleari e gli Iside, entrambi firmatari di un contratto discografico con Sony Music.

Nelle due serate già realizzate a Edoné la partecipazione del pubblico è stata calorosa e le artiste e gli artisti che sono saliti sul palco hanno sentito la forte emozione di poter tornare a suonare dal vivo. Le prossime semifinali saranno il 17 e il 24 giugno allo Spazio Polaresco e la finalissima si terrà a Edoné, il 24 luglio.

Ba.Be.L.E.

L’ultimo importante progetto si chiama Ba.Be.L.E. ed finanziato dall’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani tramite il bando Sinergie, che prevede uno scambio di buone pratiche di innovazione sociale giovanile tra i Comuni di Bari e di Bergamo, attraverso Spazio 13 di Bari, Maite e Hg80 Impresa Sociale di Bergamo. Il progetto punta nello specifico a trasferire una modalità di gestione condivisa di spazi pubblici partendo dal modello dell’Ats Spazio 13 di Bari nel contesto dell’ex carcere di Sant’Agata – Exsa nel quartiere di Città Alta. 9 under 35 sono stati ingaggiati, tramite call pubblica, in qualità di host dello spazio. Dopo alcuni mesi di lavoro, il gruppo ha, a sua volta, lanciato una call per l’assegnazione degli spazi di coworking e sale prova ad altre realtà giovanili del territorio. A questo bando hanno risposto ben 113 realtà, delle quali ne sono state scelte 38 che stanno attualmente abitando insieme ai gestori gli spazi di Exsa, sperimentando modelli di gestione condivisa e progettando un cartellone di iniziative artistico-culturali che si realizzeranno durante il periodo estivo.

Le e i 9 host saranno protagonisti di quattro intensi giorni di formazione a Bari, dal 22 al 25 giugno, dove l’associazione Spazio 13 passerà loro tutte le competenze acquisite nel corso della gestione dello spazio nel cuore del quartiere Libertà nel capoluogo pugliese.

L’estate delle e dei giovani bergamaschi è animata da un vasto ventaglio di opportunità, tra sperimentazioni e progetti storici. L’auspicio è quello che tutte e tutti i giovani cittadini trovino la loro dimensione per un’estate 2021 che li renda i protagonisti della città.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it