Quantcast
Manuel Locatelli, il campioncino "scippato" all'Atalanta ora è diventato grande - BergamoNews
Ex nerazzurro

Manuel Locatelli, il campioncino “scippato” all’Atalanta ora è diventato grande

Nel 2010 venne strappato alla Dea dal Milan per vendicare un altro trasferimento di un giovanissimo, Alborghetti passato da Milanello a Zingonia

Non serviva la doppietta realizzata alla Svizzera nella seconda uscita di Euro 2020 per dircelo, ma si tratta comunque di una conferma: Manuel Locatelli, talento lecchese classe 1998, è diventato grande per davvero.

Quella di mercoledì è stata la sua serata di gloria, la classica cerimonia d’investitura. E non potrebbe essere altrimenti dopo una doppietta con la maglia della Nazionale in una competizione importante come l’Europeo.

Locatelli è esploso nelle ultime due stagioni con la maglia del Sassuolo. Prima si era messo in luce col Milan, ma in pochi sanno che la prima squadra a puntare su di lui – quando ancora era un bambino – è stata l’Atalanta, che lo scovò all’oratorio di Pescate quando il piccolo Manuel si divertiva, allenato dal padre, ma dimostrava di avere una-due marce in più rispetto ai pari età.

Ma perché la crescita di questo campioncino non è continuata in nerazzurro?

La storia del divorzio con l’Atalanta risale a undici anni fa. Siamo nel 2010, Locatelli aveva 12 anni e giocava nell’Atalanta. La stessa società che, un anno prima, aveva tesserato Emanuele Alborghetti, giovanissimo portiere (classe 2000) strappato dalla società bergamasca al Milan. In casa rossonera non hanno preso bene questo trasferimento, tanto da decidere di rifarsi con gli interessi: Mauro Bianchessi, diventato da poco responsabile dell’attività di base del settore giovanile, trova così l’accordo con Locatelli e lo strappa alla Dea.

Uno “scippo” che ha poi portato a una tregua tra le due società, che si sono ripromesse di non interferire più con i rispettivi giovani.

Manuel Locatelli
Manuel Locatelli, 22 anni, fino al 2010 è stato atalantino

All’Atalanta la scelta di portare a Zingonia Alborghetti è costata piuttosto cara perché il portierino classe 2000 è finito prima all’AlbinoLeffe e poi al Parma, che oggi l’ha girato in prestito all’ASD Sant’Angelo che milita in Eccellenza. Mentre Locatelli è diventato grande per davvero, tanto che adesso la sua carriera potrebbe continuare alla Juve che sembra disposta a spendere anche 40 milioni di euro per assicurarsi il regista che Allegri ha richiesto per iniziare la sua avventura bis in bianconero.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI