Quantcast
“Pensieri” di Letizia Breda, il videoclip musicale girato al MAT di Clusone - BergamoNews
Musica

“Pensieri” di Letizia Breda, il videoclip musicale girato al MAT di Clusone

Una canzone piena di sentimento, realizzato da un team di giovanissimi in una splendida location tutta bergamasca, il Mat, Museo Arte e Tempo di Clusone

Quando si dice che l’arte e la cultura sono in grado di unire, questo è quello che si potrebbe utilizzare per descrivere il videoclip “Pensieri” di Letizia Breda, giovane pianista ventitreenne di Bergamo. Tutto nasce molto tempo prima, quando Letizia Breda scrive il brano a fine gennaio 2020, qualche giorno prima della pandemia: “Quella sera ero un po’ giù di corda” – spiega l’artista- “perché mi era stata posta davanti una scelta molto difficile riguardante la mia salute e mi sentivo al limite. Mi sono messa al piano ed è uscita pensieri! Non ho dovuto neanche riprovarla: è stata così dal primo momento, ossia un misto di emozioni”.

Il brano pianistico è classificabile come pop strumentale: è dedicato ai sogni e alle sfide personali di ognuno, superabili e realizzabili attraverso l’accettazione di sé stessi.

Alla domanda sulla scelta del titolo, Breda risponde: “È come se ci trovassimo nella mente di una persona. Ognuno nel corso della giornata pensa a tante cose: negative o positive, ricordi, progetti ecc. Un pensiero, però, negativo o positivo che sia, torna sempre a rimbalzare da una parte all’altra della mente. Il tema del pensiero fisso è ben riconoscibile, ma è nel finale che risulta energico e carico di vitalità perché dimostra come, attraverso l’accettazione di sé, sia possibile superare ogni ostacolo e realizzare i propri sogni”.

Intorno al brano pianistico si è realizzata una rete di collaborazioni e contatti che hanno permesso a molti giovani di lavorare e sostenere la musica nel periodo pandemico. Il brano è stato registrato presso Elfo Studio di Piacenza per poi essere prodotto da Michele Leidi, fondatore dell’Etichetta Discografica “M&M Production” e arrangiato da Mattia Vassalli. Si è aggiunto successivamente Federico Carbone che ne ha realizzato le grafiche. Nel corso del mese di aprile 2021 è stato poi girato il videoclip su sceneggiatura e produzione di Isocode Movie, composto da Michela Zambaiti, Lisa Personeni e Marco Zenoni.

“Il videoclip ha cercato di tradurre al meglio il significato del brano musicale. È stato per noi un lavoro nuovo perché è la prima volta che ci interfacciamo con un team così ampio, giovane e ben organizzato. È stata davvero l’occasione per vivere un’esperienza emozionante insieme e dimostrare la forza di noi giovani, sempre pronti a creare novità e progetti con le proprie idee e storie” conclude il team Isocode.

Alla realizzazione del videoclip, ha partecipato una crew “incontrata” per l’occasione, composta da giovani proveniente da varie parti di Bergamo: fra cui i rappresentanti del negozio di abbigliamento Viola 1964 di Palazzolo sull’Oglio, Marco Raineri e Alessia Facchetti, che hanno fornito tutti i costumi di scena, mentre il trucco è stato curato dal make-up artist Francesco Plebani. Con il lavoro degli altri membri della crew di Isocode: Francesco Bosio, che si è occupato dell’audio, Chiara Bosio e Roberto Zenoni.

Visto il periodo di chiusura e l’impossibilità di visitare teatri, cinema, musei e altri luoghi culturali, il comune di Clusone con il sostegno dell’assessore alla Cultura e alle politiche giovanili Alessandra Tonsi e la direttrice del MAT Sonia Trussardi, ha reso disponibile il MAT Museo Arte e Tempo di Clusone, come location per effettuare le riprese. “Il videoclip è stato girato tra le sale del MAT, rimasto impolverato per tutto questo tempo. È qualcosa di inedito e meraviglioso perché valorizza il museo e dà spazio a giovani seri, professionali e appassionati” dichiara l’Assessore alla cultura e alle politiche giovanili di Clusone, entusiasta dell’attività svolta con il patrocinio del comune di Clusone.

Il video prova a tradurre la chiave di lettura del brano: una giovane si aggira nelle sale del

museo, ma il suo percorso viene interrotto dalla presenza di biglietti bianchi, che successivamente si trasformeranno in neri, da cui lei cercherà di scappare. Alla protagonista il compito di restare e accettare i propri pensieri o continuare a scappare da essi.

Il brano è uscito su tutte le piattaforme online il 4 giugno 2021 e il videoclip il 14 giugno, nella speranza che venga ascoltato da più persone possibili per dare una spinta positiva a tutti coloro che hanno bisogno di un incoraggiamento nella propria realizzazione personale.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it