Orientarsi e ripartire: riparte il progetto aiuta i giovani a trovare la propria strada - BergamoNews
Informazione Pubblicitaria

Fondazione Maddalena di Canossa

L'iniziativa

Orientarsi e ripartire: riparte il progetto aiuta i giovani a trovare la propria strada

Fondazione Maddalena di Canossa, attraverso il progetto Polaris, finanziato dagli Istituti Educativi di Bergamo, supporta i giovani under 30 (siano essi in formazione o siano disoccupati) con servizi di orientamento e accompagnamento al lavoro, con lo scopo di aiutarli a trovare la propria strada verso il futuro.

Il progetto Polaris nasce dal desiderio di accompagnare i giovani alla scoperta del proprio talento e alla possibilità di essere guidati sulla strada verso il proprio destino (professionale e non solo).

Orientarsi e ripartire: riparte il progetto aiuta i giovani a trovare la propria strada

Nello specifico le attività dedicate ai giovani sono:

1 – Servizi di accompagnamento: percorsi individuali e di gruppo sotto forma di coaching per favorire la riscoperta del proprio talento e la strada in cui valorizzarlo.

Orientarsi e ripartire: riparte il progetto aiuta i giovani a trovare la propria strada

2 – Servizi di orientamento esperienziale:volte a favorire l’inserimento nel mondo del lavoro dei giovani con particolare attenzione alle soft skills, per facilitare l’apprendimento attraverso l’esperienza del fare.

Experience day: si tratta di workshop dove scoprire, attraverso attività laboratoriali e realizzazione di prodotti finali, le proprie attitudini e capacità, risvegliando l’interesse e le motivazioni necessarie a proseguire gli studi e, contestualmente, avendo la possibilità di sperimentare un nuovo modo di conoscere e scoprire.

Orientarsi e ripartire: riparte il progetto aiuta i giovani a trovare la propria strada

Work cafè e study visit aziendali: un caffè assieme è un modo informale di incontrare una persona e sviluppare una conoscenza in auto-orientamento, conoscerne le sue doti di comunicatore ma anche immedesimarsi e toccare con mano la sua professionalità.

Gli incontri costituiranno l’opportunità per i giovani di incontrare in un contesto informale imprenditori, tecnici e consulenti di successo in diversi settori professionali, con differenti profili. In particolare gli incontri mirano a sviluppare le seguenti tematiche: Public speaking, Team working, Comunicazione, Imprenditorialità, Creative thinking, Problem solving.

Orientarsi e ripartire: riparte il progetto aiuta i giovani a trovare la propria strada

3 – Supporto e formazione orientatori e tutor:l’attivazione di servizi di supporto e formazione destinati al personale che svolge azioni di tutoraggio e orientamento presso Istituti Scolastici ed Imprese.

Essere orientatori oggi significa necessariamente apprendere metodi e tecniche per saper orientare per competenze, valutare per abilità e attitudini. Un buon orientatore sa facilitare la scoperta del potenziale che ciascuno porta con sé, e sa supportare i giovani alla scoperta della propria strada.

Fondazione Maddalena di Canossa e gli Istituti Educativi di Bergamo, vogliono quindi promuovere e implementare metodologie formative atte a favorire l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro, con particolare attenzione alle soft skills sempre più richieste dalle aziende,

affermandosi come partner di valore per orientarsi al futuro. 

Se sei una scuola o un giovane in cerca di un’opportunità scopri come aderire gratuitamente al progetto:

tel 030 557 7259
mail  lavoroeformazione@fmdc.it
www.fmdclavoro.it

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it