• Abbonati
Il campione

NCAA, il bergamasco Emmanuel Ihemeje si aggiudica il titolo nel salto triplo

La partecipazione alle Olimpiadi di Tokyo appariva sino a qualche mese fa più un miraggio che un vero obiettivo per Emmanuel Ihemeje.

Il balzo messo a segno qualche settimana fa a Fayetteville ha però stravolto la carriera del 22enne di Verdellino aprendogli le porte verso la rassegna a cinque cerchi.

Nonostante l’imponente scalata effettuata nella graduatoria tricolore del salto triplo, il giovane orobico aveva la necessità di ottenere un’ulteriore conferma per convincere colleghi e tecnici.

La dimostrazione è arrivata sulla pedana di Eugene dove il portacolori dell’Atletica Estrada è atterrato al primo salto a 17,14 metri aggiudicandosi così il secondo titolo NCAA in pochi mesi.

Fresco di primato personale, Ihemeje si è migliorato nuovamente di diciotto centimetri cogliendo la settima prestazione italiana di sempre e mettendo a segno una misura che in Giappone potrebbe consentirgli di giocarsi una medaglia.

Nonostante una rincorsa ridotta basata su dodici appoggi, lo studente dell’University of Oregon ha sfruttato la pedana di casa lasciandosi alle spalle il rappresentante del Tennessee Jah-Nhai Perinchief il quale si è fermato a quota 17,03 metri.

“Grandi emozioni, atmosfera stratosferica – ha spiegato nel dopo-gara Ihemeje . Avevo un obiettivo e sono riuscito a raggiungerlo: portare a casa il titolo. Testa bassa, c’è ancora tanto da lavorare, ma per ora godiamoci questo titolo”.

Il giovane orobico farà ora rientro in Italia per potersi concentrare al meglio sui campionati nazionali in programma a Rovereto dove avrà modo di confrontarsi con il talento delle Fiamme Gialle Andrea Dellavalle.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI