Il campione

Giro d’Italia Giovani Under 23, Juan Ayuso vince la classifica finale

Nonostante la poca esperienza raccolta nelle corse a tappe, il 18enne di Alicante non ha mai mostrato nessun segno di cedimento, in particolare in salita terreno nel quale il giovane spagnolo ha provato ad attaccare più volte guadagnando terreno sugli avversari.

Da Yaroslav Popovych ad Alberto Contador, sono numerosi gli atleti a cui è stato paragonato Juan Ayuso nel corso del Giro d’Italia Giovani Under 23.

Il giovane talento del Team Colpack-Ballan ha infatti riscritto la storia del ciclismo italiano e mondiale dominando sin dall’inizio la quarantesima edizione della Corsa Rosa.

Al primo anno nella categoria, il portacolori della formazione orobica ha rispettato pienamente i favori del pronostico conducendo la kermesse con grande acume tattico riuscendo a gestire senza problemi gli attacchi dei vari avversari.

Nonostante la poca esperienza raccolta nelle corse a tappe, il 18enne di Alicante non ha mai mostrato nessun segno di cedimento, in particolare in salita terreno nel quale il giovane spagnolo ha provato ad attaccare più volte guadagnando terreno sugli avversari.

Sorretto dal grande lavoro dei compagni di squadra, il catalano di stanza ad Almè ha saputo controllare le poche forze rimaste in corpo anche nell’ultima frazione vinta da Ben Healy (Trinity Racing) che ha tagliato in solitaria il traguardo di Castelfranco Veneto.

Il colpo di mano del campione irlandese non ha interessato l’iberico che ha chiuso la classifica generale con 2’55” sul norvegese (Uno-X Dare Development Team) e 3’49” sul belga Henri Vandenabeele (Development Team DSM).

Migliore degli italiani è stato invece Alessandro Verre che, dopo un inizio scoppiettante, ha terminato le proprie fatiche al sesto posto con 5’23” di ritardo dal compagno di squadra.

Sempre vicino ad Ayuso nelle frazioni di montagna, il 19enne lucano ha imparato a conoscere strada facendo i propri limiti riuscendo a stringere i denti e a ottenere una top ten probabilmente inaspettata alla vigilia.

Juan Ayuso farà ora direttamente il salto nei professionisti con la maglia dell’UAE-Emirates puntando così a confermarsi anche nella massima categoria.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI