Quantcast
Dopo il malore, Eriksen sta meglio: fondamentale l'intervento dell'ex atalantino Kjaer - BergamoNews
Grande!

Dopo il malore, Eriksen sta meglio: fondamentale l’intervento dell’ex atalantino Kjaer

È stato lui il primo a soccorrere il compagno di squadra e il primo a consolare la compagna dell'interista a bordo campo

Sta meglio Christian Eriksen. Dopo il malore in campo durante Danimarca-Finlandia che sabato pomeriggio ha lasciato tutti col fiato sospeso, il trequartista dell’Inter è fuori pericolo. Anche grazie all’intervento dell’ex atalantino Simon Kjaer.

È stato lui il primo a soccorrere il compagno di squadra e il primo a consolare la compagna dell’interista a bordo campo.

Tutto è successo al 43′ quando Eriksen ha avuto un malore e si è accasciato a terra perdendo i sensi. Il danese, nella sfortuna, ha avuto accanto il suo capitano che si è accorto immediatamente che qualcosa non andava. Kjaer è riuscito a mantenere il sangue freddo e a gestire una situazione tutt’altro che facile.

Il difensore ora del Milan, infatti, si è precipitato immediatamente per dare un primo soccorso al compagno di squadra che era svenuto in campo. Poi ha chiamato i medici e ha gestito l’intero gruppo danese durante quei minuti interminabili in cui al giocatore dell’Inter veniva effettuato il massaggio cardiaco.

Poi subito la corsa in ospedale a Copenaghen, la capitale della Danimarca dove si stava giocando il match di Euro 2020, e in serata l’atteso comunicato in cui si annunciava che Eriksen era fuori pericolo.

Tra le immagini più intense di quei minuti ci sono quelle in cui Simon Kjaer si assicura che la compagna di Eriksen, Sabrine Kvist Jensen, stia lontana dal punto dell’incidente, dando modo ai medici di curare il compagno di squadra, consolando la donna in lacrime per quello che stava accadendo.

Kjaer ed Eriksen non sono solo due compagni di squadra nella nazionale danese. Infatti, i due si frequentano anche fuori dal campo essendo molto amici, anche perché entrambi abitano nella stessa città: Milano. Dove sono divisi solo dai colori sociali, ma non dall’affetto reciproco. Dai ieri ancora più grande.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI